Tuttosport.com

mercoledì 02 luglio 2014
commenti

Basket Milano conferma Banchi Crespi verso Vitoria

Il contratto del tecnico che ha vinto lo scudetto verrà prolungato di un anno, fino al 2016. In arrivo anche l'estensione di Gentile. Ragland il primo nuovo innesto? Il tecnico di Siena diretto in Spagna

Basket Milano conferma Banchi Crespi verso Vitoria 

MILANO – Luca Banchi ha esteso l'accordo con l'Emporio Armani. A pochi giorni dallo scudetto, il club ha concretizzato il rinnovo annuale (con scadenza portata al 2016) che era stato offerto già due mesi fa, dopo l'eliminazione nei quarti di finale di Eurolega. Il prossimo rinnovo sarà quello del capitano Alessandro Gentile: l'MVP della finale-scudetto, reduce anche dalla scelta nel draft NBA da parte di Houston, prolungherà fino al 2017 con uscita per gli States.

INNESTI – Milano ripartirà da Gentile, Hackett, Samuels e Moss. Accanto a questi punti fermi, la priorità sarà l'estensione di Nicolò Melli. Gli innesti principali saranno un play-guardia, nel caso Curtis Jerrells non dovesse rimanere, una guardia per il dopo-Langford, ma anche un'ala grande e un centro. Nel primo caso, Joe Ragland è il probabilissimo primo arrivo. Per il settore lunghi, possibile l'arrivo di due protagonisti dell'ultima Serie A, Caleb Green (da Sassari) e Trevor Mbakwe (Roma).

CRESPI – Se Banchi resta a Milano, il suo avversario in finale (nonché ex vice allenatore a Siena) Marco Crespi è diretto in Spagna. Il tecnico piace al Laboral Kutxa Vitoria, dove prenderebbe il posto di un altro italiano, Sergio Scariolo. Per Crespi sarebbe la seconda volta in Spagna, dopo l'esperienza di 12 anni fa a Siviglia.

Utilizza questa funzione per segnalare il commento ai moderatori.
Quale di queste opzioni descrive meglio la motivazione della segnalazione:

Per commentare, loggati con uno dei servizi disponibili:

Commenti

    La Top Ten della 2a giornata

    La Top Ten della 2a giornata del campionato serie A di basket

    Basket, Milano campione per la 26^ volta. Siena scende dal trono

    L'Olimpia vince gara-7 (74-67), la Mens Sana cade dopo 7 anni di successi consecutivi