Tuttosport.com

commenti

Ibra, tre turni: niente Juve. «Ho fatto una caz...»

Galliani: «Era un buffetto, si tratta di condotta antisportiva ma non violenta. Per me sarebbero due giornate quindi. Abbiamo fatto ricorso, vedremo»

Ibra, tre turni: niente Juve. «Ho fatto una caz...»© Foto Liverani
MILANO - Tre turni di squalifica a Ibrahimovic. Lo ha deciso il giudice sportivo in seguito all'espulsione nella gara con il Napoli dello svedese che salterà così anche la 'sfida-scudetto' contro la Juventus. Ibrahimovic è stato punito dal giudice sportivo "per avere, al 19° del secondo tempo, a giuoco fermo - si legge nella motivazione -, colpito un calciatore avversario con uno schiaffo al volto; infrazione rilevata da un assistente".

RICORSO MILAN - Il comunicato dei rossoneri: «A.C. Milan comunica che impugnerà la decisione del Giudice Sportivo che ha inflitto al proprio tesserato Zlatan Ibrahimovic la squalifica per tre giornate di gara».

IL TAPIRO - "Ho fatto una cazzata. Succede, succede. Devo imparare quando sbaglio": è onesto nell'ammettere il proprio errore Ibrahimovic che oggi ha ricevuto il Tapiro d'Oro da Striscia la notizia. Sulla prova televisiva, dice: "Non servivano le telecamere per quello che ho fatto. Ho sbagliato". L'attaccante non è preoccupato per le sorti del Milan : "Ho fiducia nella squadra. Farà bene anche senza di me". Un'ultima battuta sul collega-amico Antonio Cassano: "Cosa mi ha detto? Si è messo a ridere".

GALLIANI DIFENDE IBRA - "Ho rivisto le immagini, quello di Ibrahimovic era un buffetto, si tratta di condotta antisportiva ma non violenta. Per me sarebbero due giornate quindi, ma non faccio il giudice sportivo purtroppo. Abbiamo fatto ricorso, vedremo". Lo ha detto l'amministratore delegato del Milan Adriano Galliani a margine della premiazione dei Cronisti lombardi sportivi.

GLI ALTRI SQUALIFICATI - Il giudice sportivo ha squalificato - oltre a Ibrahimovic per tre giornate - anche Diakite (Lazio) per due turni per aver insultato l'arbitro. Una giornata a Carrozzieri (Lecce), Consigli e Cigarini (Atalanta), Cannavaro (Napoli), Constant e Kucka (Genoa), De Rossi (Roma), Lazzari (Fiorentina), Maicon (Inter) e Van Bommel (Milan). Ammenda a varie società tra cui il Milan per uno striscione contenente "espressioni di discriminazione territoriale". La società rossonera dovrà versare diecimila euro. Infine, ammonizione con diffida e ammenda di tremila euro a Massimiliano Allegri per aver insultato un assistente di gara.
COMMENTI
Scrivi un commento
Per poter inserire un commento/articolo devi eseguire il login


 


 
Se non sei ancora registrato clicca quì: REGISTRATI