Tuttosport.com

46 commenti

Derby, quante emozioni: Inter e Milan fanno 1-1

Rossoneri avanti con un gran gol di El Shaarawy al 21', pari nerazzurro con Schelotto al 70'. Palo di Cassano, miracoli di Handanovic e Abbiati. Balotelli fischiatissimo dai suoi ex tifosi

Derby, quante emozioni: Inter e Milan fanno 1-1 
MILANO - Doveva essere il derby degli ex - Balotelli da un lato, Cassano dall'altro - è stato invece il match di El Shaarawy e Schelotto. Sono stati loro due i marcatori di una stracittadina bella, vibrante, a tratti emozionante, vissuta sempre sul filo dell'incertezza. Da un lato il Milan, quasi incontenibile nel primo tempo con Balotelli bramoso di prendersi una rivincita contro la sua ex squadra; dall'altro l'Inter, brutta e spaventata nel primo atto, ben più solida e intraprendente nella ripresa. Alla fine ne esce un pari che può star bene sia a Stramaccioni che ad Allegri. Un punto a testa che lascia ancora aperti i giochi per l'Europa che conta. Il Milan resta al terzo posto, con un punto di vantaggio sulla Lazio, impegnata domani sera nel match casalingo contro il Pescara. L'Inter è lì, subito alle spalle dei cugini.

PRIMO TEMPO - Dopo i primi dieci minuti di sostanziale equilibrio, il Milan ingrana la marcia e costringe in apnea l'Inter. L'instancabile De Sciglio consuma la fascia come una furia e al 4' va vicino al gol con un tiro dal limite fuori di poco. Balotelli - fischiatissimo dai suoi ex tifosi - allena la mira al 12' con un colpo di testa che non spaventa Handanovic. Da quel momento in poi SuperMario diventerà un incubo per il portiere sloveno. Prima di Balo, però, tocca a El Shaarawy prendersi i riflettori con il gol del vantaggio che arriva al 21': verticalizzazione di Boateng per il Faraone che stoppa e calcia di esterno a velocità supersonica. Palla in fondo al sacco, Inter a fondo. Il vantaggio galvanizza ancora di più i rossoneri che prendono in mano lo spartito del match. Balotelli ingaggia la sua sfida personale con Handanovic che in almeno tre circostanze nega all'ex il gol più atteso dal popolo rossonero. Il Milan è più presente sulle gambe, più determinato. L'Inter arranca in confusione. Cassano prova a districarsi fra le maglie avversarie ma i risultati sono deludenti. Alvarez, schierato a sorpresa da Stramaccioni, si danna l'anima ma anche in questo caso c'è poco da sorridere. Meglio, molto meglio Montolivo che, coperto dal ringhioso Muntari, inventa al fianco di un Boateng risorto dopo l'exploit blaugrana.

RIPRESA, MEGLIO L'INTER - Nella ripresa l'Inter prova a reagire con il giusto mix di cuore e carattere. Il risultato è una chance galattica capitata sui piedi di Guarin che colpisce a botta sicura su un tiro cross di Palacio: Abbiati si traveste da superman e vola a togliere dalla porta il pallone dell'1-1. Nel proseguio dell'azione Cassano copisce il palo da posizione molto defilata. Dopo lo spavento, il Milan si ridesta e ricomincia a spingere con un pizzico in meno di intensità rispetto al primo tempo. Le gambe dei ventidue in campo si fanno pesanti, le idee si appannano. Resta altissimo solo l'agonismo. Balotelli va vicino al gol tanto ambito ma Handanovic (tanto per cambiare) gli dice di no con un'uscita coraggiosa al 65'. Passano cinque minuti e la partita cambia drasticamente. Stramaccioni toglie Cambiasso per inserire Schelotto. Non passa un minuto dalla sostituzione che il neo entrato di testa batte Abbiati sfruttando al meglio un cross di Nagatomo e un errore di posizionamento di Mexes. L'italoargentino quasi non ci crede e scoppia a piangere per la gioia. L'1-1 è l'evento che infiamma di nuovo la gara. Palacio sfiora il sorpasso con un colpo di testa a metà strada fra un tiro e un cross. La risposta del Milan arriva con una saetta dai trenta metri di Muntari fuori non di molto. Gli ultimi minuti sono tensione allo stato puro con Schelotto che va vicino alla doppietta della vita: Abbiati lo anticipa in uscita. Finisce in parità ed è giusto così. La corsa alla Champions resta apertissima.

Simone Zizzari
Twitter @szizzari
Utilizza questa funzione per segnalare il commento ai moderatori.
Quale di queste opzioni descrive meglio la motivazione della segnalazione:

Per commentare, loggati con uno dei servizi disponibili:

46 commenti

  1. crepaccio
    crepaccioalle 11:18 del 25/02/2013

    Emozioni ? E quali ? Ho dormicchiato per tutta la sera col gatto sulla pancia.

  2. TAKEITEASY
    TAKEITEASYalle 12:44 del 25/02/2013

    bevi meno

  3. Perpiglia Antonio
    Perpiglia Antonioalle 11:03 del 25/02/2013

    grazie del pareggio non tanto per noi che sicuramente siamo intoccabili tanto per fiorentina e roma cosi l anno prossimo magari andate in coppa uefa se no quella del nonno

  4. Perpiglia Antonio
    Perpiglia Antonioalle 11:01 del 25/02/2013

    quando guardo linter mi sembra di andare al cinema per una commedia

  5. Matteo Ciminari
    Matteo Ciminarialle 10:34 del 25/02/2013

    TROPPI GOL MANGIATI E SIAMO STATI GIUSTAMENTE PUNITI

  6. berliner
    berlineralle 09:10 del 25/02/2013

    E' una bella squadra l'Inter. Non appena recuperano qualche giovane di belle speranze tipo Samuel e Milito, il nono posto è alla loro portata.
    Il prossimo anno con Rocchi e Schelotto titolare, la salvezza è a portata di mano.

    Partitella in famiglia per la Lazio

    La squadra biancoceleste si allena ed effettua una partitella in famiglia.

    FOTO, Juve: Pereyra è a Torino per le visite mediche

    Il tucumano a Villa Fornaca per le visite, poi la firma del contratto

    • 8
    • 7.5
    • 7.5
    • 7
    • 7
    • 8,34
    • -
    • 6,25
    • 6
    • 6,67
    FLOP
    • 4
    • 4.5
    • 4
    • 4.5
    • 4.5
    • 5,75
    • 6
    • 7
    • 2
    • 4,75