Tuttosport

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Juve, promossi solo Manninger e Salihamidzic

Juve, promossi solo Manninger e Salihamidzic
Vota l'articolo
Si
-
No
-

© LaPresse
 
Tante bocciature per i bianconeri dopo il ko interno col Catania: 4 per Melo, 4,5 per Amauri, Tiago e Grosso
TORINO, 21 dicembre - Solo due promossi, Manninger e Salihamidzic, e tanti bocciati dopo il ko col Catania. Ecco le pagelle della Juve:

PROMOSSI:

MANNINGER 6 Freddato senza responsabilità.

SALIHAMIDZIC ( 32’ pt) 6 L’ultima volta che era sceso in campo impazzavano le bermuda. Si salva dalla contesta­zione per il gollonzo che illude la Juventus. Non è da lui che ci si può aspettare il salto di qualità.

BOCCIATI:

CACERES 5.5 Comincia con percussioni interessanti sulla corsia destra, poi alla lunga si perde, risucchiato dal nul­la che è la Juventus, incappando pure in errori di in ge­nuità/ generosità. Ma non è colpa sua se la barca affonda.
 
DEL PIERO ( 25’ st) 5.5 La gente lo acclama come il Salva­tore. Che però nasce tra qualche giorno. Ingrugnito, vor­rebbe capovolgere il mondo ma non ci riesce.

GIOVINCO ( 21’ st) 5.5 La gente non lo acclama, però alla pari di Del Piero vorrebbe capovolgere il mondo. E alla pari di Del Piero non ci riesce. MARCHISIO 5.5 Parte a destra, si sposta in mezzo dopo l’uscita di Melo, neppure lui è al massimo della condizio­ne. Per lo meno non sbraca...
 
TREZEGUET 5.5 Lo abbiamo visto scuotere la testa deso­lato. Neanche lo straccio di un pallone da tirare in porta, nulla di nulla.

CANNAVARO 5 La contestazione lo disturba, le accelera­zioni di Morimoto non lo mettono a suo agio. Sbaglia, d’ac­cordo, però non si risparmia. Il momentaccio non lo fago­cita in un vortice pericoloso.

DIEGO 5 L’unica cosa apprezzabile è l’assist per Saliha­midzic, il resto è roba troppo ordinaria. Come il gol che si divora con una ciabattata sbilenca. Domanda: perché ar­retra fino a fare il mediano? Mah.

LEGROTTAGLIE 5 Insicuro sia in fase di chiusura sia negli appoggi: è la fotografia di questa Juventus sbandata.

AMAURI 4.5

Pesante come il sonno dei bambini.

GROSSO 4.5 Un’altra prestazione infelice, che legittima perplessità e dubbi sull’operazione di mercato compiuta in capo a mille battaglie con il Lione. E con la sponsoriz­zazione di Lippi.

TIAGO 4.5 Non sapeva incidere prima, figurarsi se sa in­cidere adesso che imperversa la bufera. Provoca il rigore ( strattonata a Spolli) del vantaggio catanese. Vendibile.

MELO 4 Mezz’ora da incubo, in cui non indovina un pas­saggio e traccheggia invece di correre. Tanto che Ferrara lo sostituisce. Non fosse un Atleta di Cristo, verrebbe da pensare che gioca così male per “ fottere” l’allenatore.

Allenatore FERRARA 4 Lo citiamo: un momento in cui non va bene niente. Il problema è che non è più solo un momento.Vittorio Oreggia
 
 
 
 
 
 
 
 
 

CORRELATI

 
 
 
 
 
 
 
 
 

Commenti

  • Nessun commento.
 
Per poter inserire un commento/articolo devi essere registrato
Esegui il LOGIN o, se non l'hai ancora fatto, REGISTRATI
 
 
 
 
 

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
I più visti

I più visti

 
Vai all'archivio dei più visti
 
I più votati

I più votati

 
Vai all'archivio dei più votati
 
I più commentati

I più commentati

 
Vai all'archivio dei più commentati
 
 
 
 
 
 

SHOPPING KELKOO