Tuttosport

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Cavani trascina il Napoli, la Juve è da incubo

Cavani trascina il Napoli, la Juve è da incubo
Vota l'articolo
Si
-
No
-

© LaPresse
 
L'uruguaiano segna una tripletta (20', 26' e 53'): bianconeri in ginocchio 3-0. Morganti annulla il gol dell'1-1 a Toni per un fallo su De Sanctis. La squadra di Mazzarri domina sulle fasce con Maggio e Dossena
NAPOLI, 9 gennaio - Tre gol dal Napoli dopo i quattro presi dal Parma. La Juve si è spenta in quest'avvio di 2011 e nessuno sa il perché. La sconfitta del San Paolo fa parecchio male: al di là del punto perso sul Milan, ora a più 9 sui bianconeri, il tris di Cavani fa precipitare tutte le certezze e le speranze costruite nei primi mesi del progetto Del Neri. Positivo l'esordio di Toni, che si è visto annullare da Morganti il gol del possibile 1-1 (mano in faccia a De Sanctis nel contrasto aereo), ma serve un cambio di marcia generale per non rischiare di buttare via tutto un'altra volta.

CAVANI SHOW - In avvio Del Neri si affida all'ex genoano accanto ad Amauri. Del Piero parte dalla panchina. Novità anche in difesa: il tecnico bianconero preferisce Traore a Grosso. Sugli esterni Krasic e Pepe, con Aquilani-Marchisio coppia centrale. Mazzarri punta invece sul trio Hamisk-Lavezzi-Cavani, coperti in mezzo al campo dal gran lavoro di Gargano e Pazienza. La Juve comincia carica e determinata, ma con il passare dei minuti la squadra di Mazzarri prende in mano il gioco e sblocca la gara alla prima occasione: su cross di Maggio dalla destra, Cavani di testa supera Storari. La reazione dei bianconeri è immediata. Al 23' De Sanctis devia in angolo una bella conclusione di Amauri. Sull'azione seguente Toni anticipa tutti di testa realizzando l'1-1, ma Morganti annulla per una carica sul portiere. Neanche il tempo per protestare e il Napoli va ancora a segno: stavolta il cross è di Dossena da sinistra, Cavani anticipa Traore e di testa mette di nuovo in rete.

LA JUVE AFFONDA - Nella ripresa Del Neri prova a dare una scossa: escono Traore e Amauri, entrano Grosso e Del Piero. La Juve però non reagisce e all'8' va ancora sotto. Spettacolare l'azione in velocità del Napoli: imposta Lavezzi, Hamsik si allarga sulla destra e mette sul secondo palo per Cavani che ancora di testa infila De Sanctis. Il tecnico bianconero conclude i cambi (Motta per Pepe), ma ormai la gara è persa. In un San Paolo pazzo di gioia, la Juve è solo uno sparring partner.
 
 
 
 
 
 
 
 
 

CORRELATI

 
 
 
 
 
 
 
 
 

Commenti

  • Nessun commento.
 
Per poter inserire un commento/articolo devi essere registrato
Esegui il LOGIN o, se non l'hai ancora fatto, REGISTRATI
 
 
 
 
 

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
I più visti

I più visti

 
Vai all'archivio dei più visti
 
I più votati

I più votati

 
Vai all'archivio dei più votati
 
I più commentati

I più commentati

 
Vai all'archivio dei più commentati
 
 
 
 
 
 

SHOPPING KELKOO