Tuttosport.com

commenti

È la Juventus dei record: i numeri di una corazzata

La squadra di Conte ha conquistato con merito il suo 30° scudetto: passo dopo passo, ha dato vita a una marcia trionfale, travolgendo gli avversari e riscrivendo record

È la Juventus dei record: i numeri di una corazzata© LaPresse
TORINO - La Juventus festeggia ancora il suo scudetto. Dalle pagine del suo sito internet il club celebra la grande impresa che ha portato al 30° tricolore ripercorrendo i grandi numeri messi insieme da Conte e giocatori.

I PRIMATI PIÙ IMPORTANTI - Lo scudetto più atteso, il più esaltante, il più amato. La Juventus ha regalato ai suo i tifosi una gioia immensa e per farlo non si è limitata a vincere. Passo dopo passo, ha dato vita a una marcia trionfale, travolgendo gli avversari e riscrivendo record. La squadra di Conte ha stabilito il nuovo primato assoluto d’imbattibilità in singolo campionato nella serie A dei 3 punti a vittoria, ossia dal 1994/95 ad oggi, ma anche nella storia dei campionati di serie A dal 1929/30, a prescindere dal numero delle squadre partecipanti: i bianconeri hanno superato dapprima le 31 giornate utili consecutive, stabilite anche all’epoca in avvio di campionato, dall’Inter 2006/07, che aveva messo insieme un bilancio di 25 vittorie e 6 pareggi, poi eguagliato alla 33° giornata il primato della Fiorentina 1955/56 (che restò imbattuta le prime 33 giornate, perdendo poi l’ultima) ed infine quello del Milan 1991/92, rimasto imbattuto per tutte le 34 giornate del campionato, essendo quel torneo a 18 squadre. La Juventus ha messo insieme 38 partite senza sconfitte, giusto per limitarsi al campionato, con bilancio di 23 vittorie e 15 pareggi. E’ la prima volta che la Juventus rimane imbattuta per tutto l’arco di un campionato. Il precedente primato bianconero risaliva alla stagione 1949/50 quando i turni di imbattibilità furono 17, con la prima sconfitta stagionale che arrivò alla 18° giornata, 1-2 in casa contro la Lucchese, ma non impedì ai bianconeri la corsa verso il titolo tricolore.

IL PRECEDENTE ILLUSTRE - In un singolo torneo il precedente primato era di 28 risultati utili riferito alla stagione 2005/06, quando la squadra allenata allora da Fabio Capello rimase imbattuta dall’11° alla 38° giornata, ottenendo uno score di 18 vittorie e 10 pareggi. Stabilito, e ancora in corso, anche il nuovo record assoluto di imbattibilità nella storia della Juventus in serie A su girone unico, a prescindere dal fatto se sia su un solo campionato o a cavallo tra più stagioni: i torinesi non perdono da 39 incontri consecutivi, sommando le 38 gare del campionato appena concluso ed il pareggio casalingo per 2-2 contro il Napoli nell’ultima giornata della serie A 2010/11. Il precedente primato era di 30 gare senza k.o., stabilito a cavallo tra la stagione 2005/06 e quella 2007/08 (nel 2006/07 era in B).

BUNKER JUVENTUS -
Vogliamo parlare della difesa? La migliore in assoluto del torneo, con solo 19 reti incassate, equamente divise tra casa e trasferta. Un dato che si è consolidato nel girone di ritorno: alla fine di quello di andata, la Juventus aveva chiuso al primo posto laureandosi campione d’inverno per la 25° volta, con 41 punti, grazie ad un bilancio di 11 vittorie, 8 pareggi e 0 sconfitte, con 31 reti realizzate e 12 gol subiti. Il vantaggio sul Milan secondo in classifica era di 1 punto. Nel girone di ritorno il cammino bianconero è stato caratterizzato finora da 43 punti in 18 giornate fin qui disputate, grazie ad un bilancio di 12 vittorie, 7 pareggi e 0 sconfitte, 37 reti realizzate e soli 8 gol subiti. Un andamento assolutamente lineare per i bianconeri, che nel ritorno hanno dato una ulteriore stretta alla loro difesa, quasi dimezzando il già esiguo numero di gol incassati al termine del girone d’andata: in pratica i bianconeri hanno mantenuto inviolata la propria porta in 11 delle 19 gare disputate dopo il giro di boa, subendo - per altro - al massimo un solo gol nelle altre 8 partite.

Utilizza questa funzione per segnalare il commento ai moderatori.
Quale di queste opzioni descrive meglio la motivazione della segnalazione:

Per commentare, loggati con uno dei servizi disponibili: