Tuttosport.com

64 commenti

Milano, ossessione Matri. Juve, no al prestito

Allegri lo cerca, Galliani pressa Marotta, la velina spinge. E Mazzarri...

Milano, ossessione Matri. Juve, no al prestito© LaPresse
TORINO - Questa è la storia di una reciproca ossessione. I protagonisti dell’ultima pièce in salsa sabaudo-sforzesca non si nascondono dietro nomi fittizi, né tantomeno celano le loro concrete intenzioni: piuttosto, stanno a vedere quanto propone il mercato in questi ultimi giorni di trattative. E poi chissà: magari, a breve sulla A4 sfreccerà il nuovo bomber di Milan (più probabile) o Inter (meno, ma non si sa mai...).

MADUNINA MON AMOUR - Alessandro Matri , giusto per restare in tema autostradale, sarebbe più che disposto a oltrepassare la barriera di Rondissone senza alcuna tentazione di innescare la retromarcia e rientrare di corsa a Torino. Questione di stimoli da tener desti, anche in vista di un Mondiale che - a 29 anni appena compiuti - potrebbe rappresentare una delle ultime occasioni per stregare quell’acuto osservatore che risponde al nome di Cesare Prandelli . Questione, naturalmente, anche di ambizioni da corroborare dopo aver preso atto delle scelte di Antonio Conte : il tecnico biscudettato, malgrado abbia sempre tenuto conto della disponibilità del giocatore a patto di farlo «sentire importante», non difende Fernando Llorente a spada tratta per semplice partito preso, ma perché crede davvero nell’esplosione di un centravanti che, archiviata una stagione da opzione estrema nella perfida Bilbao, ha una voglia matta di tornare un bomber vero. E quel desiderio tutt’altro che velato da parte dell’attaccante di Sant’Angelo Lodigiano trova rinnovata linfa nei desiderata della famiglia, da non sottovalutare. Perché la Madunina trasmette un fascino unico, perché la capitale dell’economia, della cultura, dell’industria, della moda e non solo raccoglie quotidianamente a sé il gotha del costume mondiale. Non sembra dunque peregrino ipotizzare continue resistenze familiari alla base di un trasferimento sinora mancato in squadre alternative alle milanesi. E nel contempo l’attrazione della Milano tutta fashion e lustrini esercita un potere straordinario su chi piacevolmente condivide la propria esistenza al fianco del giocatore: la show-girl Federica Nargi.

Leggi l'articolo completo sull'edizione odierna di Tuttosport
Antonino Milone
Utilizza questa funzione per segnalare il commento ai moderatori.
Quale di queste opzioni descrive meglio la motivazione della segnalazione:

Per commentare, loggati con uno dei servizi disponibili:

Commenti