Tuttosport.com

32 commenti

Juve-Galatasaray, sfida di chili e di centimetri

Una sfida da mezza tonnellata e quasi dieci metri d'altezza. Perché nell'area bianconera fra gli attaccanti del Galatasaray e i difensori della Juventus potrebbero aggirarsi qualcosa come quattrocento chili, divisi fra Barzagli, Bonucci e Chiellini da una parte, Drogba e Ylmaz dall'altra e 940 centimetri distributi sui tre difensori italiani e i due attaccanti turchi. Una sfida estremamente fisica

Juve-Galatasaray, sfida di chili e di centimetri© REUTERS/GIORGIO PEROTTINO
TORINO - Una sfida da mezza tonnellata e quasi dieci metri d'altezza. Perché nell'area bianconera fra gli attaccanti del Galatasaray e i difensori della Juventus potrebbero aggirarsi qualcosa come quattrocento chili, divisi fra Barzagli, Bonucci e Chiellini da una parte, Drogba e Ylmaz dall'altra, e 940 centimetri distributi sui tre difensori italiani e i due attaccanti turchi. Una sfida estremamente fisica, oltre che tecnica per la quale oltre alla consueta olimpica concentrazione, caratteristica della difesa juventina, servirà un'intensità agonistica superiore alla media. E' la Champions League, baby, dove contano anche i chili e i centrimetri per fare gol.

VECCHIE CONOSCENZE -
Drogba, per altro, è una vecchia conoscenza di Giorgio Chiellini che l'aveva già affrontato nel 2009 quando vestiva la maglia del Chelsea, negli ottavi di finale di quella Champions League. Un ricordo non particolarmente felice, visto che l'ivoriano di un metro e novanta aveva segnato sia all'andata che al ritorno. A Stamford Bridge, tuttavia, non aveva sfruttato la sua mole, ma aveva freddato Buffon con rapidità di movimento e uno scatto sul filo del fuorigioco degno del migliore Inzaghi. Chiellini e Legrottaglie, con i quali non mancarono scintille e sportellate, riuscirono ad arginarlo sui cross dal fondo, sui corner e sui traversoni da calcio piazzato. Nella gara di ritorno Chiellini si fece espellere proprio per un'entrata su Drogba a centrocampo e l'ivoriano segno il gol del definitivo 2-2 (dopo le reti di Iaquinta, Mikel e Del Piero), ancora con i piedi, in scivolata, sfuttando un cross dal fondo e la Juventus completamente sbilanciata alla ricerca del 3-1 qualificante. Attenzione, quindi, nonostante la mole, Drogba può essere pericoloso anche con la palla rasoterra e il duello con i difensori bianconeri potrebbe anche essere sul filo degli anticipi, vera specialità di Barzagli.

I NUMERI -
Per la cronaca la sfida delle altezze vede in campo questi numeri: Chiellini 1.85; Barzagli 1,86; Bonucci 1,91; Drogba 1,90; Yilmaz 1,88. Ma sui calci da fermo, la Juventus può contare anche sui 186 centrimetri di Pogba.
Guido Vaciago
Utilizza questa funzione per segnalare il commento ai moderatori.
Quale di queste opzioni descrive meglio la motivazione della segnalazione:

Per commentare, loggati con uno dei servizi disponibili:

Commenti