Tuttosport.com

giovedì 10 aprile 2014
20 commenti

Marotta: La Juve cercherà altri Pirlo, Llorente e Pogba

L'ad bianconero: «Paul è una mosca bianca, difficile da ritrovare. Le voci sul Psg non hanno fondamento e comunque noi vogliamo tenerlo e prolungargli il contratto. 70 milioni sarebbero appetibili, ma noi puntiamo al massimo, a vincere trofei. Faremo dei ritocchi, coglieremo altre occasioni. L'Atletico Madrid insegna che nel calcio contano le motivazioni. Tevez merita il mondiale, ma Sabella dice no. Ci saranno questioni extra che non conosco...»

Marotta: La Juve cercherà altri Pirlo, Llorente e Pogba© LaPresse
TORINO - (e.e.)  Mondiali, Champions, mercato. Tutto e di più. D'altronde, si spazia tra gli argomenti, perché i verdetti devono ancora arrivare. Ma siamo al bivio. E non solo delle emozioni. L'ad bianconero Beppe Marotta si addentra nel mercato che verrà. «L'Atletico Madrid un modello da seguire? Senza dubbio, è la dimostrazione come nel calcio conta anche la motivazione, l'ambiente. Lottavano su tutti i palloni, mentre il Barcellona ha dimostrato che il ciclo sta finendo e la rosa va rinnovata. Noi faremo dei ritocchi. E poi è vero che qualcuno va avanti con l'età. L'operazione Pogba è una mosca bianca, una combinazione giovane-bravo-parametro zero difficile da trovare, da ripetere. Le voci sul trasferimento al Psg non hanno fondamento. Noi vogliamo tenerlo e prolungargli il contratto. E' vero che 70 milioni di euro sarebbero una cifra appetibile, ma la Juve è una società che ambisce al massimo, a vincere i trofei. In passato sacrifici simili sono stati fatti, per esempio è stato venduto Zidane per prendere Buffon e Nedved, ma non è questo caso. E comunque oggi non abbiamo una proposta concreta, quindi non c'è niente di cui parlare.  Di sicuro proveremo a cercare nuovi Pirlo e Llorente». Campioni arrivati a scadenza di contratto, quindi senza pagare il cartellino.

CARLITOS NAZIONALE Poi, c'è anche l'operazione Tevez, di intelligenza e di tempismo applicato al mercato. Marotta sull'Apache: «Tevez è un ragazzo che aspira al Mondiale, vuole indossare la maglia della sua Nazionale in una vetrina così importante. Come valore, ha dimostrato come in passato che lo meriterebbe. Ma è il ct Sabella che sceglie, ci sono cose extra, evidentemente. Tevez, comunque, può togliersi altre soddisfazioni con la Juventus adesso e il prossimo anno». Il doppio obiettivo. «L'Europa League serve per crescere. Per noi Europa League e campionato sono priorità. Non sarà importante come la Champions ma questa coppa dobbiamo onorarla ancor più sapendo che lo Stadium ne ospiterà la finale. E anche in A vista la Roma serve sempre massimo impegno». Ilterzo scudetto consecutivo è dietro l'angolo, la Juve vuole chiudere il più in fretta possibile.

Utilizza questa funzione per segnalare il commento ai moderatori.
Quale di queste opzioni descrive meglio la motivazione della segnalazione:

Per commentare, loggati con uno dei servizi disponibili:

Commenti