Tuttosport.com

giovedì 08 maggio 2014
164 commenti

Nani-Sanchez, ecco il 4-3-3 per la Juve

Il portoghese agli sgoccioli a Manchester. Col cileno, spazio al modulo Champions

Nani-Sanchez, ecco il 4-3-3 per la Juve© Foto REUTERS
TORINO - Ognuno è libero di leggerla come vuole: di sicuro la strategia alla base del mercato condotto dalla Juventus sembra ricalcare quanto scritto nella lista presentata da Antonio Conte. alla società un anno fa o giù di lì. Poi - magari a breve - il confronto risolutore fra le parti servirà a fare definitiva chiarezza, ma sin da ora non si può non pensare al fatto che Beppe Marotta e Fabio Paratici stiano provando a venire incontro ai desiderata del tecnico, con Nani e Alexis Sanchez nomi caldissimi nel motore. Dopo aver portato a casa, l’estate passata, due calciatori richiesti dal salentino - Angelo Ogbonna e Carlitos Tevez, con Fernando Llorente operazione avallata grazie ai costi contenuti, trattandosi di un parametro zero - ecco che pure in questi giorni il club campione d’Italia sta cercando di stringere i tempi per concretizzare quanto prima l’innesto di due elementi chiave nel progetto bianconero. E visto che nella mente di Conte “balla” il piano di tornare al 4-3-3, con la variante 4-2-3-1 di memoria bavarese in alternativa, le due novità andrebbero a incastonarsi alla perfezione nell’undici tipo.

DA BOLOGNA A TORINO - Luís Carlos Almeida da Cunha, detto Nani, non è già un calciatore della Juve futura, per il semplice motivo che evidentemente mancano le firme sui contratti: roba da consegnare agli archivi quando le luci dei riflettori sul campo si spegneranno prima della pausa estiva (...).

ESTERNO O PUNTA - (...) Con l’innesto di Sanchez l’auspicato passaggio al 4-3-3 non sarebbe più un problema. Conte, che ha sempre detto di aver privilegiato il 3-5-2 per l’assenza perdurante di Simone Pepe (unica ala vera della rosa), avrebbe finalmente l’opportunità di schierare i tre attaccanti, col cileno abile a giostrare su entrambe le sponde. (unica ala vera della rosa), avrebbe finalmente l’opportunità di schierare i tre attaccanti, col cileno abile a giostrare su entrambe le sponde. Ma anche in caso di conferma delle due punte, Sanchez non avrebbe remore ad agire da peperino tuttofare attorno al centravanti. L’ha fatto a Udine, in coppia con Totò.
Camillo Forte
Antonino Milone


Utilizza questa funzione per segnalare il commento ai moderatori.
Quale di queste opzioni descrive meglio la motivazione della segnalazione:

Per commentare, loggati con uno dei servizi disponibili:

Commenti