Tuttosport.com

giovedì 07 agosto 2014
66 commenti

Allegri: «Vidal fondamentale». A Sydney il suo rientro

La Juventus sta rispettando un piano di recupero fisico per il cileno, che è tranqullo e non vede l'ora di giocare in bianconero. United permettendo...

Allegri: «Vidal fondamentale». A Sydney il suo rientro© LaPresse

GIACARTA - Orecchie drizzate, perché anche Vidal potrà finalmente battere un colpo a Sydney, dove da domani la Juve ricomincerà ad allenarsi. Il cileno finora ha fatto shopping di speranze, più che altro. A Vinovo si era riempito di lavoro in palestra, qui a Giacarta è andato avanti con gli allenamenti differenziati per via dei suoi noti problemi al ginocchio sinistro. In Australia è attesa la sua epifania: con il pallone tra i piedi, il battesimo della sua nuova stagione in bianconero, United permettendo. «Vidal è un giocatore fondamentale per noi. Presto anche lui si unirà ai compagni nel lavoro in campo», ha già preannunciato Allegri. Dopo i nuovi test di domani, le indicazioni più precise su come si snoderà la sua ripresa in allenamento. Di sicuro gradualmente, per evitare infiammazioni, rischi, accelerazioni solo inutili e perniciose. Qui a Giacarta Vidal è stato tra i bianconeri più acclamati, fotografati, invocati: anche se mai la gente lo ha potuto vedere correre. Invocato anche dai giornalisti locali, perennemente in bilico tra domande sul suo futuro a Torino, sul suo recupero fisico, sul corteggiamento degli inglesi. E Arturo? Lui sorride sempre, mostrandosi tranquillo e carico il giusto, fedele alla linea e sostenuto dalla voglia di riemergere. La Juve ha programmato per lui fin dal primo giorno a Vinovo un lungo percorso a tappe, per avere al meglio il cileno a fine agosto, quando comincerà il campionato. E Allegri pensa solo al suo inserimento in squadra, certo non alle mosse di Van Gaal. Orecchie drizzate. Da un momento si udiranno i passi di Arturo. 

Marco Bonetto
Utilizza questa funzione per segnalare il commento ai moderatori.
Quale di queste opzioni descrive meglio la motivazione della segnalazione:

Per commentare, loggati con uno dei servizi disponibili:

Commenti