Tuttosport.com

commenti

Juve, Drogba si può fare. Walcott, c'è il piano zero

Se lo Shanghai non trova i soldi l’ivoriano se ne andrà. E resta in piedi la pista che porta a Llorente

Juve, Drogba si può fare. Walcott, c'è il piano zero© LaPresse
TORINO - Didier Drogba resta un sogno che può trasformarsi in realtà. La Juventus ci sta lavorando perché il campione ivoriano non è soddisfatto della sua nuova destinazione cinese. Notizia vecchia ma sempre attuale. Non è cambiato nulla, il fuoriclasse è più infastidito che mai. Un po’ per problemi finanziari e molto per la mancanza di un calcio a lui più congeniale. Dopo aver vinto (praticamente da solo) la Champions League con il Chelsea si è trasferito (da svincolato) al Shanghai Shenhua dove ha ritrovato l’ex compagno di squadra Nicolas Anelka . Il suo contratto, per la cronaca, è di un milione al mese per due anni e mezzo. Dodici milioni a stagione, cifra spaventosamente record. Il problema è che il club cinese sta attraversando un momento finanziario difficile e, al momento, non è in grado di tenere fede all’impegno economico perchè un socio di maggioranza ha abbandonato il club e se ne sta cercando uno nuovo. Si corre contro il tempo ma, riferiscono fonti bene informate, Drogba sta perdendo la pazienza e se entro gennaio il problema non sarà risolto lascerà la Cina per tornare in Europa e giocare in un grande club. A Shanghai ha esordito il 22 luglio giocando bene, con un assist-gol e diverse occasionio fallite d’un soffio. Il 28 luglio, poi, ha affrontato il Guangzhou Evergrande di Marcello Lippi . Successivamente ha firmato un’indimenticabile doppietta contro l’Hangzhou. E così via, altre prodezze. Non ci ha messo molto a diventare l’idolo dei tifosi e l’emblema del calcio cinese che sta cercando di affacciarsi al calcio che conta. Quello vero. Quello da Champions che tanto manca all’ivoriano. Che, come detto prima, non è più molto convinto della scelta che ha fatto.

LA STRATEGIA - La Juventus, da tempo oramai, sta monitorando la situazione. Quest’estate, quando sono cominciati a trapelare i primi contrattempi economici del Shanghai Shenhua, ha spedito un contratto di tre anni al fuoriclasse con una cifra vicina ai sei milioni. Una mossa che ha sorpreso, in senso positivo, Drogba. Non se l’aspettava e il gesto dei dirigenti di corso Galileo Ferraris l’ha avvicinato un po’ alla Juventus, un club che (ci dicono) ha cominciato a seguire con molto interesse e simpatia. Poi non s’è fatto niente perché (non si sa come) la situazione in Cina si è sbloccata. Almeno momentaneamente. Quindi ha cominciato a giocare per il nuovo club senza, però, perdere di vista il mercato europeo. Beppe Marotta è intenzionato a spedire al più presto un suo uomo di fiducia in Cina e nel frattempo ha instaurato un contatto continuo con l’entourage del campione. Situazione sotto controllo, Juve pronta ad affondare il colpo se ce ne sarà la possibilità.

Leggi l'articolo completo sull'edizione odierna di Tuttosport

Camillo Forte
Utilizza questa funzione per segnalare il commento ai moderatori.
Quale di queste opzioni descrive meglio la motivazione della segnalazione:

Per commentare, loggati con uno dei servizi disponibili: