Tuttosport

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Calciopoli, caccia agli scudetti. «Juve, puoi già chiederli»

Cannavaro
Vota l'articolo
Si
-
No
-

© Foto Liverani
 
L'avvocato Rodella: «Esistono fatti nuovi per inoltrare istanza di restituzione degli scudetti. Con la revoca del titolo 2006 all’Inter e una sentenza favorevole a Napoli, il club avrebbe elementi assai rilevanti»
TORINO, 29 ottobre - Avvocato Paolo Ro­della, ci spiega cosa re­cita l’articolo 39 del co­dice di giustizia sporti­va e perché la Juventus puo appellarsi a questa norma per chiedere la restituzione dei due scudetti sottratti? «Le decisioni degli organi di giustizia sportiva, di­venute definitive e quin­di inappellabili, possono essere impugnate per re­vocazione davanti alla Corte di giustizia federa­le qualora sopraggiunga­no dei fatti nuovi. Que­sto, in sintesi, il contenu­to dell’articolo 39: ci so­no casi di dolo, casi in cui si è giudicato con prove false, casi in cui sono emerse prove rilevanti successive alla sentenza. Allora si dà la possibilità di chiedere la revisione o la revocazione del giudi­zio, ma ciò deve avvenire entro trenta giorni dalla scoperta del fatto nuovo» .

LA REVISIONE - La vicenda degli scudet­ti bianconeri rientra in questa casistica. «Certo, rispetto all’estate 2006 stanno emergendo fatti nuovi. Volendo esse­re elastici, si può pensare addirittura a una revi­sione sulla base delle in­tercettazioni presentate a Napoli. Costituiscono chiaramente degli ele­menti che, se fossero sta­ti a conoscenza già allora dagli organi di giustizia sportiva, avrebbero in­fluito sulla sentenza, che sarebbe stata di natura diversa, quanto meno sulla pluralità dei sog­getti sanzionati». Quindi la Juventus po­trebbe non aspettare la sentenza del tribunale di Napoli, come ha sotto­lineato il presidente Agnelli, e presentare già adesso l’istanza? «Riterrei di sì, sarebbe una richiesta molto più articolata e travagliata perché si baserebbe su atti di indagine, ovvero le intercettazioni, ma il club potrebbe agire già ora». Con un’eventuale sen­tenza favorevole a Na­poli, i fatti nuovi sareb­bero sicuramente più rilevanti. «Direi che esiste una gra­dualità di fatti nuovi: le intercettazioni sono l’ele­mento meno rilevante ma già sufficiente, qualo­ra fosse revocato lo scu­detto 2006 assegnato a tavolino all’Inter ci tro­veremmo di fronte a un altro fatto assai rilevan­te perché iniziano a cade­re altri presupposti. Infi­ne, con un verdetto a fa­vore da parte dei giudici di Napoli la Juventus avrebbe in mano un ele­mento fondamentale per avanzare la richiesta».

Leggi l'intervista completa nell'edizione odierna di Tuttosport Marina Salvetti
 
 
 
 
 
 
 
 
 

CORRELATI

 
 
 
 
 
 
 
 
 

Commenti

  • Nessun commento.
 
Per poter inserire un commento/articolo devi essere registrato
Esegui il LOGIN o, se non l'hai ancora fatto, REGISTRATI
 
 
 
 
 

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
I più visti

I più visti

 
Vai all'archivio dei più visti
 
I più votati

I più votati

 
Vai all'archivio dei più votati
 
I più commentati

I più commentati

 
Vai all'archivio dei più commentati
 
 
 
 
 
 

SHOPPING KELKOO