Tuttosport.com

mercoledì 30 aprile 2014
15 commenti

Il Milan di Inzaghi sarà made in Italy

Fra le accuse che vengono rivolte a Clarence Seedorf da parte del club, c’è lo scarso o il mal utilizzo di gran parte dei giocatori italiani della rosa rossonera

Il Milan di Inzaghi sarà made in Italy© Foto Liverani
MILANO - Fra le accuse che vengono rivolte a Clarence Seedorf da parte del club, c’è lo scarso o il mal utilizzo di gran parte dei giocatori italiani della rosa rossonera: De Sciglio mai a sinistra, Bonera e Montolivo in ruoli che non li valorizzano, Abate spesso in panchina, Poli e Pazzini sacrificati, ecc... Nell’era Berlusconi è sempre stato il gruppo azzurro lo zoccolo duro del Milan. Da Baresi, Costacurta, Tassotti, Maldini, Ancelotti e Donadoni, a Nesta, Gattuso, Pirlo, Ambrosini e Inzaghi.

Il Milan ha costruito i suoi successi sui giocatori italiani e il fatto che Seedorf li abbia parzialmente messi da parte è uno dei motivi per cui la società ha cambiato repentinamente giudizio sul tecnico olandese, prima ritenuto la perfetta guida per le prossime stagioni e poi messo in discussione nonostante i risultati siano dalla sua parte. Certo, anche in questo caso, in una situazione convulsa, confusa e anomala come quella rossonera degli ultimi tempi, la verità può essere capovolta e quindi si può ritrovare proprio nel gruppo degli italiani, quei sostenitori dell’avvicendamento in panchina che porterebbe alla promozione in prima squadra di Filippo Inzaghi.


Leggi l'articolo completo su
Utilizza questa funzione per segnalare il commento ai moderatori.
Quale di queste opzioni descrive meglio la motivazione della segnalazione:

Per commentare, loggati con uno dei servizi disponibili:

Commenti