Tuttosport

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Napoli, Inler è un leone: «Possiamo vincere tutto»

Napoli, Inler è un leone: «Possiamo vincere tutto»
Vota l'articolo
Si
-
No
-

 
Il centrocampista mascherato da Re Leone: «Da tanto tempo avevo deciso di venire a Napoli»
NAPOLI, 11 luglio - Alla presentazione del nuovo sponsor Msc Crociere sulla nave Msc Splendida era presente, al fianco del presidente del Napoli, Aurelio De Laurentiis, anche il capitano della nazionale svizzera, Gokhan Inler, fino a oggi centrocampista dell'Udinese. Inler indossava la maschera di un leone, con addosso la maglia azzurra numero 88.

TRE TITOLI
- "Siamo in corsa per tre competizioni, e ogni settimana giocheremo delle belle gare. Possiamo guadagnare tre titoli". Così il neo acquisto del Napoli, Gokhan Inler, in occasione dell'ufficializzazione dell'arrivo in maglia azzurra. "È da lungo tempo - aggiunge - che avevo deciso di venire a Napoli. È iniziato un nuovo capitolo della mia vita e della mia carriera. Quando sono venuto qui con l'Udinese ho visto il San Paolo, un grande stadio con dei tifosi fantastici con i quali voglio vincere qualcosa". "Ho scelto Napoli - ha concluso l'ex giocatore dell'Udinese - perchè è una società molto grande nella quale voglio vincere. È un nuovo capitolo. Sono venuto qui per centrare grandi obiettivi e voglio arrivare in alto". Dzemaili? "Lo conosco. Mi fa piacere giocare con lui perche è uno che dà sempre il massimo", conclude Inler.

DE LAURENTIIS -  La doppia presentazione della maglia e del neoacquisto Gokhan Inler. Ma anche la conferma che Hamsik, Lavezzi e Cavani resteranno in azzurro, l'obiettivo di una 'canterà sotto il Vesuvio e gli obiettivi del ritiro in programma a Dimaro. Aurelio De Laurentiis è stato oggi, in occasione della presentazione dello sponsor, un fiume in piena e fino all'ultimo ha tenuto tutti col fiato sospeso dicendo addirittura di aver mandato via Inler dalla nave che ospitava l'evento, in quanto, spiegava, non si era trovato l'accordo definitivo. "Fino a mezzanotte lavorerò a Castel Volturno e domani alle 6 partirò per Cortina dove quest'anno rifaremo il film 'Vacanze di Natale' dopo 28 anni. Il mio Napoli è splendido, la parola Aurelio in greco vuol dire colui che splende e quindi c'è sintonia, un amore ricambiato. I tifosi - spiega - sono la mia committenza, li amo e farò il massimo. Sarò in ritiro tre giorni".

CANTERA NAPOLETANA - Il produttore cinematografico si è soffermato sulla 'cantera' napoletana. "Avrei voluto creare un network sul mare con realtà come Ischia e Capri ma mi hanno detto di stare calmo". La presentazione della nuova casacca, che riprende l'azzurro del 1987, è stata caratterizzata dall'arrivo del capitano della nazionale svizzera che, per pochi minuti, ha indossato una maschera da Leone sul volto. "L'avevo a Castel Volturno ed ho pensato di fargliela indossare", ha evidenziato il patron partenopeo.


 
 
 
 
 
 
 
 
 

CORRELATI

 
 
 
 
 
 
 
 
 

Commenti

  • Nessun commento.
 
Per poter inserire un commento/articolo devi essere registrato
Esegui il LOGIN o, se non l'hai ancora fatto, REGISTRATI
 
 
 
 
 

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
I più visti

I più visti

 
Vai all'archivio dei più visti
 
I più votati

I più votati

 
Vai all'archivio dei più votati
 
I più commentati

I più commentati

 
Vai all'archivio dei più commentati
 
 
 
 
 
 

SHOPPING KELKOO