Tuttosport.com

Scopri l'edizione digitale su Tablet e Smartphone

Nuovo stop per Greco: operazione al tendine

Nuovo stop per Greco: operazione al tendine

Dopo il titolo europeo nel 2013, continuano i problemi per il triplista azzurro: recuperato il duplice intervento al tendine d'achille del piede sinistro, ora tocca al destrotwitta

mercoledì 7 settembre 2016

 Andrea Schiavon

Non solo Gianmarco Tamberi: la Nazionale di atletica sta fornendo parecchio lavoro ai medici del policlinico San Matteo di Pavia. Stavolta a finire sotto i ferri sarà Daniele Greco, uno dei talenti più sfortunati della squadra azzurra.

Dopo aver sfiorato il podio olimpico a Londra, appena 23enne, il triplista pugliese nel 2013 si è laureato campione europeo indoor a Goteborg, in Svezia, con quello che è tuttora il salto più lungo della sua carriera (17,70).

Da allora però una più che promettente carriera internazionale è stata funestata dagli infortuni: durante i salti di riscaldamento degli Europei 2014, a Zurigo, l'atleta delle Fiamme Oro si ruppe il tendine d'Achille della gamba sinistra, dovendo ricorrere a un doppio intervento chirurgico.

Il recupero è stato lungo e tutt'altro che semplice: per tornare a saltare Daniele ha dovuto attendere 23 mesi e il 16,44 ottenuto lo scorso luglio a Gavardo (Bs) non gli ha permesso di strappare il pass per i Giochi di Rio.

Ora questo nuovo stop, ma l'azzurro cerca di restare ottimista. «In questo caso l'operazione è più semplice - spiega il 27enne - consiste in una "pulizia" della guaina del tendine che mi ha limitato tantissimo nel mio rientro alle gare. In un paio di mesi potrò riprendere ad allenarmi... Scalpito dalla voglia di ricominciare a saltare, ma so che ci vorrà ancora tanta pazienza».

Tags: AtleticaSaltogrecoItaliaInfortunioPavia

Tutte le notizie di Atletica

Approfondimenti

Commenti