Tuttosport.com

Scopri l'edizione digitale su Tablet e Smartphone

Atletica, l'addio di Usain Bolt: gli ultimi 100 metri del Fulmine
© PA

Atletica, l'addio di Usain Bolt: gli ultimi 100 metri del Fulmine

L'uomo più veloce del mondo correrà per l'ultima volta ai mondiali di atletica che si stanno disputando a Londra: un miliardo di persone davanti la tv per vedere l'ultima gara di una leggenda

twitta

sabato 5 agosto 2017

LONDRA (INGHILTERRA) - Usain Bolt correrà gli ultimi 100 metri della sua carriera da uomo più veloce del mondo. Nello stesso stadio di Londra in cui cinque anni fa si autodefinì “Leggenda”, il giamaicano questa sera darà vita allo show conclusivo. I tanti problemi alla schiena e la passione per le feste lo spingono a smettere nonostante a 31 anni sia ancora indiscutibilmente il più forte di tutti. 

1 MILIARDO PER BOLT - Sarà l'evento che farà per sempre ricordare questi mondiali di atletica. Un miliardo di persone saranno davanti la tv per assistere agli ultimi dieci secondi della cavalcata ipnotica di Usain Bolt, probabilmente il più grande velocista che lo sport abbia mai potuto ammirare. Un'icona che ha segnato e esaltato gli ultimi dieci anni dei 100 metri, record su record che, si spera, avranno un degno finale. 

SENZA RIVALI - Bolt deve chiudere gli ultimi due rettilinei mondiali della sua carriera. Semifinali e finale, contro avversari che ieri non hanno impressionato: il più veloce è stato il connazionale Julian Forte (9”99), mentre gli Usa puntano su Christian Coleman (facile 10”01 per lui) e Justin Gatlin (10”05 per il 35enne ex dopato). Bolt? Il suo 10”07 è uno dei suoi debutti più lenti a un Mondiale (peggio solo nel 2011, con 10”10). «Colpa dei blocchi di partenza, i peggiori che abbia mai visto» ha spiegato. Salvo sorprese, però, la conclusione del suo show sarà tutta d’oro. Poi non mancherà più niente.

Bolt: "Neymar aveva bisogno di stimoli"

Tags: Usain BoltLondraOlimpiadiPechino

Tutte le notizie di Atletica

Approfondimenti

Commenti