Tuttosport.com

Scopri l'edizione digitale su Tablet e Smartphone

Atletica, Tortu: «Da quando ho battuto il record di Mennea la mia vita è cambiata»
© LaPresse
0

Atletica, Tortu: «Da quando ho battuto il record di Mennea la mia vita è cambiata»

Il velocista lombardo, grande tifoso della Juventus, promette: «È un punto di partenza, non di arrivo»

mercoledì 5 dicembre 2018

TORINO - È stato un anno speciale per Filippo Tortu, iniziato col primato personale indoor fatto registrare agli Istaf di Berlino (6''62, a soli 2 centesimi dal record Under 23 di Scuderi). Prove strabilianti, poi, anche sui 100 metri piani al meeting di Savona (10''03) e al Golden Gala di Roma (10''04), fino al record italiano stabilito lo scorso 22 giugno a Madrid quando, con 9''99, ha battuto l'impresa di Mennea che resisteva dal 1979, diventando così il primo italiano a scendere sotto il muro dei 10''. «Dopo aver battuto il record di Mennea la mia vita è cambiata, ma continuo ad allenarmi col sorriso sulle labbra, il divertimento è la mia parola chiave. Il mio prossimo obiettivo è tornare sotto i 10' e dare qualche esame all'università. Sto lavorando col mio allenatore in previsione di Tokio e anche oltre. Voglio migliorarmi e mi sto impegnando molto, questo 9'99' non è un punto d'arrivo ma di partenza», ha detto lo sprinter, grande tifoso della Juventus, ai microfoni di Rai Radio 1 Sport.

Atletica Tortu

Commenti

La Prima Pagina