Tuttosport.com

Scopri l'edizione digitale su Tablet e Smartphone

Gara raffa, Di Nicola in passerella a Salerno

Gara raffa, Di Nicola in passerella a Salerno

Quarta vittoria stagionale del fuoriclasse Di Nicola sui campi di Salerno. Sul podio anche Barbieri, Paone e Cantarinitwitta

giovedì 1 dicembre 2016

GARE NAZIONALI RAFFA

Vecchie conoscenze, ritorni e conferme. Per essere un fine settimana senza campionato, nella raffa, poteva andare peggio. Partiamo da una delle prime. Nel trofeo omonimo organizzato dalla Enrico Millo di Salerno a prevalere è stato Giuliano Di Nicola (foto) del Boville di Roma. 12-10 nella finale su Mario Scolletta, nemo propheta in patria seppure per poco. Le gare, per il campione trentatreenne pescarese “sono importanti per essere allenati a soffrire in partita nei momenti difficili e riuscire ad avere una concentrazione continua. Nel campionato con le partite a 8 non sono ammessi errori”. E sulle sue condizioni, quelle del Boville e la sosta, afferma: “Il mio stato di forma è ottimo, già 4 primi ed un secondo da ottobre, la squadra anche è in forma anche se questo campionato riserva molte insidie. La sosta non saprei, a volte ricaricare le pile fa bene”.

Un ritorno è invece quello di Sebastiano Barbieri, da quest’anno nella nuova società dalla duplice denominazione Boville Ernica-Eretum Bocce di Frosinone, vincitore del memorial di uno dei più forti raffatori di sempre, Alvaro Stortoni, giunto alla sua 31esima edizione in quel di Montegranaro. “Vincerla per la seconda volta e dopo 10 anni mi ha suscitato un'emozione incredibile, e la grande cornice di pubblico e di avversari fortissimi ha contribuito a renderla indimenticabile”, commenta il quarantenne teramano che poi, sulla sua esperienza con la nuova maglia nel campionato cadetto, dice: “Al Boville Ernica sto trovando dirigenti e tifosi con una grande passione e competenza per questo sport.  Dopo una prima fase di studio siamo riusciti ad amalgamarci anche in campionato e la vittoria a Crotone ne è la prova. Ovviamente l'obiettivo di ben figurare in campionato è al primo posto di questa stagione, insieme a quello di far emergere le nuove promesse della squadra, aiutandoli dentro e fuori dal campo”. 12-4 il risultato della sua ultima fatica contro Gianluca Manuelli della Monastier di Treviso.

Una conferma è poi quella di Fernando Paone, che si impone nella 24esima edizione del Trofeo Torri Bianche indetto dalla società Martiri Vimercatesi di Monza. 12-4 anche per lui su Angelo Galbusera della Casa Bella 3000 di Bergamo. Il trentasettenne nativo di Cantù è un volto noto ma negli ultimi anni, approdato alla MP Filtri Caccialanza, sembra aver trovato il giusto ambiente per essere protagonista con continuità nell’élite delle bocce sintetiche. “Beh certo, quando si ha una società che ti accontenta in tutto e dei compagni validi che ti insegnano a stare in campo, a mantenere la concentrazione e anche qualche trucco del mestiere in più, gli stimoli aumentano e ti portano ad essere più competitivo in manifestazioni di un certo livello”, conferma il canturino che poi sulla squadra aggiunge: “Un altro nostro obiettivo, oltre che far bene in campionato e in campo nazionale, è dimostrare che abbiamo una società ben organizzata, un bell'ambiente e un gruppo ben consolidato e non solo ‘una squadra di bocce’. Abbiamo un gruppo di tifosi che ci segue ad ogni trasferta e noi ne siamo orgogliosi”.

La storica protagonista del movimento femminile, Germana Cantarini, trionfa infine a Frosinone, nel torneo denominato Castelliri in rosa. Superata in finale Marina Braconi, da questa stagione alla Bentivoglio di Reggio Emilia, mentre l’atleta di Cremona è sempre la signora della Canottieri Bissolati. 12-6 il punteggio conclusivo. Ma che sia stata l’ennesima faticata lo testimoniano alcune parole della campionessa lombarda. “Parecchio. La prima partita contro Jessica Gelosi, partita giocata veramente bene da entrambe, l'ho vinta 12 a 7. La seconda contro Sanela Urbano bellissima partita, giocata ad alto livello, vinta 12 a 11 per aver colpito la boccia decisiva a fondo tavola. La finalissima contro Marina ho vinto 12 a 6, giocando bene entrambe. Ieri ero molto concentrata. Sono molto soddisfatta della mia prestazione”.

COPPA ITALIA RAFFA

In questo weekend si giocheranno le fasi finali della Coppa Italia seniores che si terranno nello splendido impianto del Centro tecnico regionale di Modena Est. 32 agguerritissime rappresentative di comitato si contenderanno la corona di regina, nel 2015 conquistata da Perugia, a partire da venerdì sino a domenica pomeriggio con la finale per il titolo.

Tutte le notizie di Bocce

Approfondimenti

Commenti