Tuttosport.com

Scopri l'edizione digitale su Tablet e Smartphone

Campionato volo - Noventa respinge l'assalto della Borgonese

Campionato volo - Noventa respinge l'assalto della Borgonese

I veneziani trascinati da Sari e Porello incamerano due punti preziosi. Vince anche la Brb sulla Ferriera mentre sono rinviati gli incontri Gaglianico- Pontese e La Perosina – Canovatwitta

giovedì 19 gennaio 2017

SERIE A VOLO

Quella che, per i numeri e per il dimezzato programma causato dalla concomitante edizione numero 36 del lionese Trofeo Beraudier, si preannunciava come giornata dalle insipide attese, ha invece sparso pepe sui piatti di Noventa – Borgonese e Ferriera – Brb, proponendo risvolti stuzzicanti nell’ottava giornata della serie A del volo.

Nel veneziano bocciodromo di Noventa la nidiata dei baby del tecnico Giorgio Marian ha mandato a gambe all'aria i fieri ambiziosi diretti da Franco Nurisso, intenzionati ad allungare il divario in classifica nei confronti dei diretti concorrenti del Gaglianico. Non sono bastate le prodezze del solito Jure Kozjek a scalfire il granitico muro eretto dai padroni di casa. I 6 punti conquistati dallo sloveno di Kranj nel combinato, nel tiro di precisione e nel secondo turno individuale, sono rimasti i soli nel bilancio borgonese. Sul fronte veneto sono invece saliti in cattedra Davide Sari (foto) e Alessandro Porello. Il primo non è più una promessa, ma una certezza. L'eclettico meccanico ventiquattrenne cresciuto nel vivaio dei verdi, proprio insieme a Kozjek risulta il miglior individualista del campionato (11 punti su 16) ed è approdato nella top ten, la speciale classifica del rendimento. Il secondo, trentatreenne torinese di Chivasso, sette titoli italiani ed uno mondiale, è diventato una pedina fondamentale per il club di Noventa. La sua ultima chicca è il tiro di precisione da 33 (miglior punteggio attuale dopo un suo 30, i 31 di Grosso e i 32 di Kozjek, toh! ancora lui).

Per il tecnico Marian ”sono due punti di riferimento importanti. Davide è cresciuto tantissimo sotto il profilo tecnico, mentale e fisico. Due sabati fa ha fatto vedere i sorci verdi a Carlo Ballabene. Alessandro, che non necessita di presentazioni, ormai si è inserito alla grande nel nostro gruppo. Un gruppo affiatato e giovane. Fabio Scialino che ha disputato la seconda individuale, ha 17 anni. Siamo in continuo miglioramento. Lo abbiamo dimostrato anche contro la Brb. Stiamo facendo passi avanti e ci stiamo pure divertendo, questo è fondamentale“. Sul fronte opposto Nurisso sottolinea che ”il risultato è giusto. Loro hanno giocato molto bene, mentre noi abbiamo accusato alcune titubanze e alcuni problemi fisici. Ma, ripeto, gli avversari si sono espressi ad alto livello. Scassa è stato impeccabile, ma ha trovato sulla sua strada un Sari strepitoso nell'individuale, un Porello da 33 nel tiro di precisione, e ancora a coppie Sari, anche se in questa circostanza Ariaudo non si è espresso come sa. Comunque, nessun dramma. Sabato aspettiamo la Ferriera per riscattarci“.

E proprio la Ferriera è rimasta delusa sia dal successo della diretta concorrente Noventa, che dalla sconfitta casalinga per mano della Brb. “Si è trattato di un buon incontro“ ha affermato il tecnico della Ferriera, Marco Bricco, che ha aggiunto: “Un pizzico di rammarico ci sta perché dopo l'equilibrio iniziale con il parziale di quattro a quattro, abbiamo aggiunto altri sette punti nella fase finale. Prendere undici punti nel tradizionale e perdere l'incontro, lascia un po' di amaro in bocca. Ma d'altronde se non si fanno punti nella fase centrale diventa dura, specie se l'avversario si chiama Brb. Nelle ultime quattro prove, dopo aver vinto il combinato e la partita a coppie , tutto è rimasto appeso alla terna e all'individuale. Amerio, Ariaudo e Cibrario sono arrivati alle battute conclusive sul vantaggio di 8-6. Nell'ultima giocata abbiamo fallito prima la bocciata poi l'annullo sul pallino con Ariaudo, e nel prosieguo loro sono riusciti ad aggiungere un secondo punto, accontentandosi del pareggio. Fra i solisti Dario Rossatto e Denis Pautassi si è arrivati al parziale di 9 a 9, e Denis ha deciso all'epilogo di segnare solo la boccia, dando il successo a Dario. Comunque, la sconfitta ci sta. Ora però dopo la vittoria della Noventa, agli effetti della classifica e di eventuali spareggi, siamo costretti ad andare a casa loro con l'obbligo assoluto di vincere“.

SERIE A RAFFA

Primo mini-allungo degno di nota nel campionato di serie A della raffa al termine della nona giornata nel girone di andata. La Fashion Cattel di Treviso si sbarazza facilmente del fanalino di coda toscano Montecatini, 2-0 sulle proprie corsie, e la matricola ormai realtà consolidata MP Filtri Caccialanza di Milano sbaraglia in trasferta L’Aquila infliggendole un altrettanto pesante 0-2. Il Gruppo Sportivo Rinascita non regge il passo e perde 1-0 a Perugia, contro la neopromossa Aper, staccandosi a cinque punti dal duo di vertice. Stessa sorte, anzi peggio nel punteggio, sconfitto 2-0 a Montegranaro, tocca al team capitolino Boville, giunto così a due partite piene di distanza dalla vetta. Perde in uno scontro acceso, 2-1 fuori casa, anche la formazione campione d’Italia dell’Alto Verbano sui campi della CVM Utensiltecnica di Montegridolfo, Rimini. Identico il loro distacco dai primi. Passa sui campi gialloneri fino a questo punto troppo semplici da superare dell’Ancona 2000, la Enrico Millo di Salerno, 2-0.

Diventa dunque terribilmente interessante il prossimo turno di sabato con lo scontro proprio fra le prime due della classe in casa dei lombardi, e fra la compagine romana di Boville e i modenesi della Rinascita. Idem per Alto Verbano - L’Aquila, con i campioni in carica chiamati immediatamente al riscatto per non perdere troppa aderenza con le squadre che la precedono. Con il sapore di ultimi appelli invece il derby marchigiano fra Ancona 2000 e Montegranaro, soprattutto per i primi, e Montecatini Avis - Aper Capocavallo, con i toscani a cercare di fare di meglio almeno fra le mura amiche. Di tempo (13 giornate) e punti (39 teorici) ce ne sono ancora tanti per ribaltare le attuali situazioni sia in testa che in coda, in un campionato maratona come questo, ma la competitività agguerritissima e la storia della manifestazione, invitano decisamente tutti a darsi una mossa.

SERIE A FEMMINILE VOLO

E' iniziato il campionato di società al femminile del volo e le piemontesi hanno subito approfittato del fattore campo per partire in doppiopetto nei due turni iniziali del torneo. La Borgonese ha rispettato i pronostici maltrattando in avvio l'udinese Buttrio e respingendo poi il tentativo della trevigiana Florida. Le donne di Paola Alpe si candidano a recitare il ruolo di squadra da battere. Intanto la diciottenne Serena Traversa si è subito presentata con un 37 su 44 nel tiro progressivo, un punto in meno del suo record. In casa Centallese, all'insegna dell'esperienza, le cuneesi hanno confermato la compattezza del gruppo. Un gruppo sul quale hanno inserito  la ciliegina di un'altra diciottenne futuribile: Chiara Bodrone.

SERIE A FEMMINILE PETANQUE

Nel massimo campionato rosa della petanque, giunto alla quarta giornata,  le prim'attrici si confermano tali. Sui terreni saluzzesi la Valle Maira ha avuto ragione della Caragliese nelle battute finali, dopo il parziale di 6-6. Più netti i successi ottenuti a Ventimiglia dalle altre due capolista, le liguri Abg Genova e San Giacomo. Le genovesi dello Zerbino hanno concesso soltanto 4 punti nel primo turno alle donne di Pontedassio, ed altrettanto hanno fatto le imperiesi nei confronti delle padrone di casa del Dlf che nel terzo turno hanno tentato invano il colpo di coda. Approfittando del fattore campo l'Auxilium ha prevalso sulla Bovesana, raggiungendo la Caragliese a centro classifica.

Tutte le notizie di Bocce

Approfondimenti

Commenti