Tuttosport.com

Scopri l'edizione digitale su Tablet e Smartphone

Vuelta, a Chaves la seconda tappa. Maxi caduta, c'è anche Nibali
© EPA

Vuelta, a Chaves la seconda tappa. Maxi caduta, c'è anche Nibali

Il colombiano è anche il leader della classifica generale, Aru migliore degli italiani. Incidente a 28 chilometri dall'arrivo, nessun problema per Nibalitwitta

domenica 23 agosto 2015

MADRID (SPAGNA) - È il colombiano Johan Esteban Chaves, del team Orica-GreenEdge, a imporsi per distacco nella seconda tappa della Vuelta a Espana 2015, la Alhaurín de la Torre-Caminito del Rey di 158,7 chilometri. Secondo posto, con un solo secondo di ritardo, per il francese Tom Dumoulin (Giant-Alpecin), terzo l'irlandese Nicolas Roche (Sky) a 9". Decimo e migliore degli italiani Fabio Aru (Astana), giunto con un gap di 37". Grazie a questo successo, Chaves veste la maglia rossa di leader della classifica generale.

CHE CADUTA! - Ma è stata soprattutto la gara della maxi caduta che ha coinvolto la "pancia" del gruppo quando mancavano 28 chilometri alla fine della tappa. Tanti i corridori costretti a fermarsi, tra cui il campione italiano Vincenzo Nibali (Astana), che è comunque ripartito senza alcuna conseguenza fisica ma visibilmente nervoso per non aver ricevuto in fretta la bicicletta di riserva. Ad avere la peggio sono stati il polacco della Lampre-Merida Przemyslaw Niemiec e l'australiano della Iam David Tanner, rimasti doloranti sull'asfalto. Entrambi sono stati trasportati in ambulanza in ospedale per accertamenti. Domani la terza frazione, la Mijas-Málaga di 158,4 chilometri.

Tags: CiclismoVuelta

Tutte le notizie di Ciclismo

Approfondimenti

Commenti