Tuttosport.com

Scopri l'edizione digitale su Tablet e Smartphone

Ciclismo, Mondiali pista: Ganna è oro nell'inseguimento
© EPA

Ciclismo, Mondiali pista: Ganna è oro nell'inseguimento

Medaglia azzurra ad Apeldoorn in Olanda: battuto in finale il portoghese Olivieratwitta

venerdì 2 marzo 2018

APELDOORN (OLANDA) - Medaglia d'oro e record italiano: Filippo Ganna non delude le attese ai mondiali su pista in corso ad Apeldoorn (Olanda) e nella finale dell'inseguimento contro il forte, e favorito, portoghese Ivo Oliveira, bissa il successo ottenuto nel 2016 a Londra, seguito dall'argento dello scorso anno a Hong Kong. Il trionfo arricchisce ancora, con il metallo più prezioso, il palmares dell'Italia in questa manifestazione che conta ora su quattro medaglie con i due bronzi - ad uno dei quali, nell'inseguimento a squadre, ha contribuito anche il 22enne di Verbania - e l'argento conquistati ieri. Per un solo punto, Elisa Balsamo ha invece mancato il bronzo nell'omnium, pur rimanendo in corsa fino all'ultimo.

Ganna si e' presentato alla finale con il secondo tempo delle prove di qualifica, peggiore solo di quello di Oliveira, poi nel duello per il titolo ha innescato il turbo all'ultimo chilometro e frantumato la resistenza dell'avversario chiudendo la prova con quasi due secondi di vantaggio: 4'13"607, nuovo record italiano, contro 4'15"428. Il bronzo è stato conquistato dal russo Alexandr Evtushenko, che ha battuto il britannico Charlie Tanfield. La giornata ha offerto anche la bella prestazione della Balsamo nell'omnium: ha cominciato con il secondo posto nello scratch, poi si è piazzata ottava nella gara a tempo, infine terza nell'eliminazione. Dopo tre prove era seconda alle spalle della favorita Kirsten Wild, che ha vinto l'oro secondo pronostico. Il tourbillon finale della corsa a punti ha rimescolato le carte e l'azzurra non è riuscita a controllare le fughe e controfughe di tante rivali scatenate.

Durante la prova scratch, c'è stato un grave incidente che ha coinvolto un'atleta di Hong Kong e un commissario di gara. L'uomo, lo statunitense Andrew McCord si era chinato per raccogliere gli occhiali di un'atleta caduta in precedenza ed è stato investito in pieno da Diao Xiaoujuan, rimasta ferita a sua volta. Il commissario ha sbattuto violentemente la testa a terra, riportando una brutta ferita ed è stato trasportato in gravi condizioni all'ospedale. Nella finale della corsa a punti uomini, infine, Liam Bertazzo si è classificato nella top ten. Titolo all'australiano Cameron Meyer con 70 punti

Tags: Ciclismo

Tutte le notizie di Ciclismo

Approfondimenti

Commenti