Tuttosport.com

Scopri l'edizione digitale su Tablet e Smartphone

Tour de France, Nibali costretto al ritiro: frattura vertebrale
© /Agenzia Aldo Liverani S.a.s.
0

Tour de France, Nibali costretto al ritiro: frattura vertebrale

Il corridore siciliano ha dovuto abbandonare la Grand Boucle dopo l’incidente del pomeriggio: una moto della polizia lo aveva fatto cadere a pochi km dal traguardo

giovedì 19 luglio 2018

TORINO – Il Tour de France di Vincenzo Nibali è già finito. Lo sfortunato corridore siciliano, caduto oggi a pochi chilometri dal traguardo dell’Alpe d’Huez dopo essere stato urtato da una moto della polizia francese, ha riportato una frattura vertebrale ed è stato costretto a salutare la Grand Boucle. Le sensazioni del leader della Bahrain-Merida non erano positive già nel pomeriggio: «Faccio fatica a respirare – aveva ammesso all’arrivo – e non riesco a stare in piedi».

LA DINAMICA SPIEGATA DA VINCENZO - «In quel tratto di percorso la strada si restringeva, c'era tanta gente per strada e cominciavano le transenne: c'erano due moto della polizia, io sono scattato dietro a Froome e mi sono ritrovato a terra. Il contraccolpo è stato così forte che faticavo a respirare, ora non riesco a stare in piedi: vedrò col mio osteopata, spero non sia nulla di grave ma vediamo domani». Il rammarico del siciliano aumenta perché si sentiva in grado di attaccare: «Avevo provato uno scatto prima per capire come stavano gli altri, poi ero pronto a partire nel finale: purtroppo è andata così».

Commenti

Potrebbero interessarti