Altri Sport

Rugby, O'Shea: «Contro l'Argentina sarà una gara fisica»
© www.imagephotoagency.it

Rugby, O'Shea: «Contro l'Argentina sarà una gara fisica»

Il ct azzurro conferma la formazione vittoriosa su Fiji: «Sabato il nostro livello sarà più alto, ma anche quello dei nostri avversari. Sono in grado di segnare in qualsiasi momento e cercheranno di tenere sempre la palla»twitta

giovedì 16 novembre 2017

TORINO - «Contro l'Argentina sarà una gara più fisica, ci servirà consistenza, pazienza in difesa, energia e molta disciplina, soprattutto sul nostro piano partita. Rispetto alla vittoria con Fiji di sabato scorso cambia l'approccio alla gara, dovremo essere più precisi con la palla e cercare di avere le stesse opportunità». Così Conor O’Shea, commissario tecnico della nazionale italiana di rugby ha introdotto la formazione che sabato allo stadio Artemio Franchi di Firenze affronterà l'Argentina nel secondo test match di novembre dopo il successo di Catania della settimana scorsa. In campo la stessa formazione vista contro le Fiji: Hayward, Sarto, Boni, Castello, Bellini, Canna, Violi, Parisse (capitano), Steyn, Minto, Budd, Fuser, Ferrari, Bigi, Lovotti. L'unica novità è la convocazione in panchina di Ruzza e Tebaldi, entrambi di Benetton Rugby, al posto di Lazzaroni e Gori. A disposizione ci saranno inoltre Ghiraldini, Zani, Chistolini, Licata, Mckinley, Minozzi.

«So che si tratta di una scelta difficile per i sei giocatori che ancora non hanno avuto un'opportunità in questi test di novembre - ha spiegato O’Shea - ma volevamo dare consistenza alle scelte fatte contro le Fiji, in particolare per una partita come quella contro i Pumas che sotto ogni punto di vista sarà molto più impegnativa. Sabato il nostro livello sarà più alto, ma anche quello dei nostri avversari: sono in grado di segnare in qualsiasi momento e cercheranno di tenere sempre la palla. Nonostante la sconfitta contro l'Inghilterra è impossibile pensare che l'Argentina sia in crisi». Ottimista anche Dean Budd, tra i protagonisti del successo di sabato scorso: «Stiamo crescendo - commenta - e questa squadra è un bel mix tra giovani e giocatori esperti. La vittoria di Catania è stata una grande gioia e ci è di stimolo, ma non dobbiamo sottovalutare i Pumas».

Tags: Rugby

Tutte le notizie di Rugby

Approfondimenti

Commenti