Running

Federica Fontana si racconta: «Ecco com'è nato il mio amore per il running»

Federica Fontana si racconta: «Ecco com'è nato il mio amore per il running»

La conduttrice di «Gol Collection-Europa League» e fondatrice del blog RunFedeRun: «Noi donne abbiamo una marcia in più»twitta

mercoledì 6 aprile 2016

di Alessandra Vaccaro

ROMA - Che correre faccia bene è risaputo, ma che sia un elisir di giovinezza non tutti lo sanno. Federica Fontana, conduttrice di Gol Collection-Europa League in onda ogni giovedì su Tv8 del digitale terrestre, ne è la prova. L'ex  modella e presentatrice è alla soglia dei 40 anni ma, grazie alla passione per lo  sport, sembra non mostrare i segni del tempo. Ha fatto impazzire milioni di  italiani con il suo corpo statuario sfoggiato nel calendario sexy del 2003 della rivista GQ, per la quale ha posato insieme alla modella brasiliana Fernanda Lessa, ma anche in quello del 2004 per la rivista Controcampo. Federica, però, oltre ad indossare i tacchi a spillo quando è in tv, è anche  mamma di due bambini, Noè e Sofia. E, nonostante una vita frenetica non riesce  proprio a fare a meno della sua passione, una vita salutare e tanto sport, il running, in particolare, che pratica quotidianamente, tanto che nel 2013 ha fondato il blog RunFedeRun.

Come nasce la sua passione per il running?
«In realtà è nata assieme al blog, non molti anni fa. Fino ai 33-34 anni non ero un'appassionata di running. Ho sempre fatto sport fin da piccola, prima praticavo il tennis ma mai a questi livelli. Ho iniziato a fare qualcosa in più con l'età». 

Quante soddisfazioni le dà il suo blog?
«Tante. È nato per gioco, ma giorno per giorno mi rendo conto di quanto sia bello aiutare gli altri. All'inizio mi arrivavano dei messaggi del tipo 'Fede quando vedo le tue foto mentre corri sui social, mi inciti a farlo', allora mi sono detta 'perchè non fare un blog' ed eccomi qua». 

Cosa consiglia alle ragazze, ma anche alle mamme come lei, per mantenersi in forma?
«Di fare qualcosa per se stesse, sempre. Di non dimenticare di essere donne prima di essere mogli e mamme».

Come fa a conciliare la vita da mamma e da presentatrice con lo sport?
«Noi donne abbiamo una marcia in più. Cerco di ritagliare sempre del tempo per me stessa». 

Ha mai pensato di portare la sua passione, il suo blog, in televisione e trasformalo in un programma?
«Questo è il mio sogno nel cassetto. Non è detto, però, che ciò che funziona sui social, sul web, funzioni anche in Tv. Mi piacerebbe condurre un programma di cucina Healthy, dedicato all'alimentazione sana: analizzare le nuove tendenze sul cibo; se è giusto o sbagliato essere vegani, cosa non può mancare in una dieta equilibrata. Sarebbe bello portare in tv questi argomenti».

Quali sono i suoi prossimi progetti, resterà sempre nel mondo del calcio?
«Tv8 mi sta dando grandi soddisfazioni. È un canale giovane e in continuo divenire. Non nego che mi piacerebbe anche occuparmi di altro oltre al calcio».

È una grande tifosa del Milan, cosa ne pensa della squadra di quest'anno?
«Non penso grandi cose. Purtroppo, ragionando in prospettiva, credo che neanche nella prossima stagione possa fare la differenza. Il problema non è il Milan in sé ma, il sistema del calcio italiano che è cambiato e non riesce a trovare la competitività di un tempo. Fino a qualche anno fa, quando si parlava di Milan in Europa, tremavano tutti. Ora è evidente che non è più così. Spero in una rinascita».

E dello scudetto..cosa mi dice?
«Sono arrivata a tifare Napoli. Nulla contro la Juventus, ma un campionato così scontato fa male al calcio italiano». 

Quindi le piace questo Napoli di Sarri?
«Mi piace molto. Credo che l'unico vero campione nella serie A sia Higuain e non sono d'accordo con le 4 giornate di squalifica. Ho paura che un fenomeno di questo calibro possa guardarsi intorno e andare via. I tifosi partenopei meritano uno scudetto con Higuain. È dai tempi di Maradona che il Napoli non è così competitivo». 

Tutte le notizie di Tuttorunning

Approfondimenti

Commenti