Running

Fidal e Vaticano insieme per la Rome Half Marathon Via Pacis

Fidal e Vaticano insieme per la Rome Half Marathon Via Pacis

La mezza maratona multi religiosa che si svolgerà il 17 settembre a Roma, organizzata dalla Federazione Italiana Atletica in collaborazione con Roma Capitale e il Vaticano, avrà un percorso di 21,097 km e toccherà i differenti luoghi di culto della capitaletwitta

giovedì 13 luglio 2017

Milano - E stata presentata, in un incontro informale alla presenza di Sabrina Fraccaroli, CDA Fidal Servizi e Consigliere Fidal, Don Alessio Albertini, segretario pastorale della Commissione Sport di Milano e Lorenzo Perini, campione italiano dei 100 hs, e Alessandro Castelli, CdA Fidal Serviz,i la Rome Half Marathon Via Pacis. La mezza maratona multi religiosa che si svolgerà il 17 settembre a Roma, organizzata dalla Federazione Italiana Atletica in collaborazione con Roma Capitale e il Vaticano, avrà un percorso di 21,097 km e toccherà i differenti luoghi di culto della capitale.

Lo sport come unione tra i popoli per lanciare un messaggio di pace e di integrazione in un momento storico difficile per la comunicazione tra religioni, è il filo conduttore dell’evento che oltre alla gara competitiva avrà anche un percorso di 5 km aperto a tutti quelli che vogliono lasciare il proprio segno contro la violenza e le guerre. “E’ veramente bello che, grazie a questa manifestazione, siamo riusciti a far sedere allo stesso tavolo alcune istituzioni diverse tra loro ma che riescono a collaborare insieme come Roma Capitale, il Vaticano e la Fedarazione” ha detto Sabrina Faccaroli in apertura della conferenza.

Significativo l’intervento di don Alessio che oltre ad essere appassionato di sport si confronta ogni giorno con l’integrazione degli atleti in erba che frequentano gli oratori: “Nella nostra realtà milanese si sta creando una situazione molto particolare, in pratica lo straniero è  l’italiano, perché la maggior parte delle squadre è composta da ragazzi figli di immigrati, e a nessuno viene chiesto il certificato di battesimo o a quale religione appartiene. Il principale compito dello sport è far crescere degli uomini, che insieme fanno un’attività che li unisce ed è per questa capacità di creare sinergia tra persone diverse che trova spazio all’interno della chiesa. Mi piace pensare che grazie a questa maratona ebrei, musulmani, cristiani e buddisti possano capire che si può marciare insieme verso la pace. ”

Il percorso della Via Pacis vuole unire e superare le differenze delle varie religioni nella Roma da sempre cosmopolita attraverso l’atletica, a questo proposito Lorenzo Perini ha raccontato la sua esperienza di atleta “Nell’atletica quando siamo sui blocchi possiamo superare tutte le barriere umane, proprio come superiamo gli ostacoli in gara per raggiungere il traguardo. Quindi serve un allentamento mentale per l’apertura a tutto ciò che è diverso e difficile da comprendere”

Alla presentazione erano anche presenti i campioni olimpici Mauro Zuliani, medaglia di bronzo alle Olimpiadi di Mosca 1980 nella staffetta 4x400 e Claudia Giordani, medaglia d'argento nello slalom speciale ai XII Giochi olimpici invernali di Innsbruck 1976.

Tutte le notizie di Tuttorunning

Approfondimenti

Commenti