Running

Il titolo tricolore sulla 21km si assegna alla Agropoli Half Marathon

Il titolo tricolore sulla 21km si assegna alla Agropoli Half Marathon

Yassine Rachik e Sara Bottarelli i favoriti della vigilia. Si assegnano 6 titoli italiani, maschili e femminilitwitta

venerdì 13 ottobre 2017

AGROPOLI - Appuntamento con il tricolore domenica 15 ottobre ad Agropoli (Salerno) per i Campionati Italiani di mezza maratona. In palio sei titoli: assoluti, promesse e juniores, sia al maschile che al femminile. La rassegna nazionale sui 21,097 chilometri sarà valida inoltre come quarta e ultima prova del Campionato Italiano assoluto di società di corsa, su un percorso pianeggiante di un unico giro, toccando anche la zona archeologica di Paestum.

Al via tra gli uomini Yassine Rachik (Atl. Casone Noceto), che un mese fa è riuscito a conquistare il tricolore dei 10 chilometri su strada, mentre sarà al debutto sulla distanza Lorenzo Dini (Fiamme Gialle), campione europeo under 23 a squadre di corsa campestre.

Nella gara femminile attesa Sara Brogiato (Aeronautica), vincitrice della recente Rome Half Marathon Via Pacis, opposta all’azzurra della corsa in montagna Sara Bottarelli (Freezone) e alla maratoneta Claudia Pinna (Laguna Running). Assenti invece i campioni uscenti Daniele D’Onofrio (Fiamme Oro) e Rosaria Console (Fiamme Gialle), entrambi in ripresa da problemi fisici.

UOMINI - Dopo essersi laureato campione italiano assoluto dei 10 chilometri, nel mese di settembre a Dalmine davanti al pubblico di casa, Yassine Rachik prova a fare la doppietta tricolore in questa stagione. Il 24enne bergamasco dell’Atletica Casone Noceto vanta un record personale di 1h02:57 stabilito nel 2016 a Breda in Olanda, mentre in primavera ha esordito sui 42,195 km con 2h13:22 a Milano. Per la prima volta affronta una mezza maratona il livornese Lorenzo Dini (Fiamme Gialle), 23 anni compiuti all’inizio di ottobre, matricola azzurra quest’anno nella Coppa Europa dei 10.000 su pista.

Annunciati poi due atleti che in passato hanno festeggiato il titolo: il maratoneta piemontese Francesco Bona (Aeronautica) nel 2011 e il pugliese Giammarco Buttazzo, campione nel 2013 e portacolori dell’Atletica Casone Noceto come Yassine El Fathaoui, quarto nell’ultima edizione, e il 23enne Italo Quazzola, oro U23 a squadre negli Europei di cross a Chia, senza dimenticare Liberato Pellecchia (Aeronautica).

Non mancheranno diversi atleti africani, in gara per i Societari nella manifestazione organizzata dall’Atletica Libertas Agropoli: il burundese Olivier Irabaruta (Atl. Casone Noceto), il marocchino Lhoussaine Oukhrid (Caivano Runners) che a marzo si è aggiudicato l’Agropoli Half Marathon bissando la vittoria del 2016, i keniani Ishmael Kalale (Atl. Casone Noceto), Paul Tiongik (Gp Parco Alpi Apuane), Julius Rono (Atl. Recanati), Jonathan Kosgei Kanda (Atl. Castello) e Andrew Kwemoi Mang’ata (International Security Service).

Tra le Promesse cercherà il terzo tricolore stagionale di categoria, dopo 10.000 su pista e 10 km su strada, l’emiliano Alessandro Giacobazzi (La Fratellanza 1874 Modena) che domenica si è aggiudicato il successo nei 10 km dell’incontro internazionale a Rennes, in Francia. Se la vedrà con il compagno di club Simone Colombini (La Fratellanza 1874 Modena) e Riccardo Mugnosso (Atl. Vis Nova Giussano), mentre il vicecampione europeo under 23 dei 3000 siepi Ahmed Abdelwahed (Cus Camerino) è iscritto ma non sarà al via per un fastidio fisico.

Nella gara juniores Mustafà Belghiti (Lecco Colombo Costruzioni), che a sua volta ha primeggiato tra gli under 20 a Rennes e si è piazzato quarto nei 10.000 agli Europei U20 di Grosseto, troverà l’azzurrino della corsa in montagna Riccardo Rabino (Atletica Saluzzo).

DONNE - Una delle pretendenti al titolo femminile è Sara Brogiato, 27enne torinese dell’Aeronautica che ha esordito in azzurro agli ultimi Europei di cross e poi, dopo alcuni mesi di stop, si è messa in evidenza con la vittoria alla Rome Half Marathon Via Pacis in 1h15:44 sfiorando il personale di 1h15:32. Ma non è l’atleta con il miglior crono stagionale tra le partenti, visto che Sara Bottarelli ha chiuso in 1h13:47 due settimane fa nella mezza da Breno a Darfo Boario Terme, ad appena sette secondi dal suo miglior tempo in carriera. La bresciana della Freezone, che l’8 ottobre ha festeggiato il 27° compleanno, è vicecampionessa mondiale a squadre di corsa in montagna. Da tenere d’occhio quindi l’esperta maratoneta Claudia Pinna (Laguna Running), 39enne sarda che ha già vinto il tricolore assoluto di mezza nel 2013 e si è piazzata seconda nel 2016, poi Teresa Montrone (Alteratletica Locorotondo), 1h15:34 quest’anno per la pugliese di stanza a Trieste, e la comasca Ivana Iozzia (Calcestruzzi Corradini Excelsior Rubiera), altra azzurra del mountain running che si è messa al collo l’argento iridato per team a Premana. Non sarà presente, anche se iscritta, la reggiana Barbara Bressi (Self Atl. Montanari & Gruzza) che è in ripresa da un recente infortunio. Nella categoria under 23 favorita Nicole Reina (Cus Pro Patria Milano), campionessa italiana juniores uscente, e in quella under 20 la marchigiana Azzurra Ilari (Atl. Amatori Osimo).

SOCIETARI - Ad Agropoli si disputa la quarta e conclusiva prova del Campionato Italiano assoluto di società di corsa. Dopo le prime tre (il cross tricolore di Gubbio, i 10.000 metri su pista e i 10 km su strada di Dalmine), al comando i club che nella scorsa stagione hanno vinto lo scudetto: l’Atletica Casone Noceto, con l’obiettivo del quinto titolo di fila tra gli uomini, leader nei confronti di Gp Parco Alpi Apuane ed Esercito, e al femminile la Calcestruzzi Corradini Excelsior Rubiera, in cerca il poker davanti ad Esercito e Atletica Saluzzo. Complessivamente al 1° Trofeo Città di Agropoli sono iscritti 769 atleti, per la terza edizione della rassegna tricolore di mezza maratona in Campania negli ultimi dieci anni dopo Atripalda (2008) e Telese Terme (2015). Partenza e arrivo in via Risorgimento: start per le donne alle 9.30, quello maschile dieci minuti più tardi (ore 9.40) per correre in uno scenario suggestivo, dal mare ai templi di Paestum nel territorio di Capaccio, tra le mura dell’antica Poseidonia, prima di tornare ad Agropoli.

(Fonte Fidal)

Tags: yassinerachikagropolihalfmarathon

Tutte le notizie di Tuttorunning

Approfondimenti

Commenti