Running

Atene supera la crisi grazie alla Maratona

Atene supera la crisi grazie alla Maratona

18500 al via per una gara che segna la ripartenza di un intero Paese e della sua capitaletwitta

mercoledì 15 novembre 2017

ATENE – E’ dura e tosta la Maratona di Atene. Dal chilometro 18 al 32 c’è un’inesorabile salita che ti toglie forza alle gambe, non ti da respiro, mette alla prova forza, carattere, preparazione atletica. Sì certo alla fine negli ultimi chilometri c’è la discesa, ma ormai, nell’ultima parte di gara le energie sono quelle che sono e riuscire a recuperare il tempo perduto non è facile.

Nonostante questo i due vincitori hanno registrato buoni tempi cronometrici finali, nonostante questo…ben 18500 persone si sono presentate quest’anno alla partenza di una gara che non è la solita gara: si corre nella storia e pensando alla storia, si parte da Maratona e si arriva ad Atene, è il percorso che l’emerodromo Filippide fece di corsa nel V secolo A.c. per annunciare agli ateniesi la vittoria sui persiani. Maratona che dista appunto da Atene circa 40km. Questo percorso poi è stato fatto nelle prime olimpiadi moderne disputatesi ad Atene nel 1896, ancora su queste strade il nostro Stefano Baldini ha conquistato l’oro Olimpico nel 2004. Partenza da Maratona, si diceva, e arrivo allo Stadio Panatinaiko, quello antico, anch’esso costruito oltre duemila anni fa. Campionissimi e amatori della domenica, tagliare il traguardo in uno stadio così mette i brividi.

Qui c’è l’essenza della maratona e la sua storia, qui ci sono il keniano Samuel Kalalei che ha vinto in 2:12:17 e la diciottenne etiope Bedatu Hirpa Badane che ha chiuso la gara in in 2:34:18, appena quattro secondi prima di Alice Kibor del Kenya che la tallonava alle spalle. Ma è sempre qui ad Atene che si è consumato il record di partecipanti (18.500) con ben 8500 stranieri provenienti da più di 100 Nazioni differenti. Numeri importanti perché fanno capire agli organizzatori e ai greci che la crisi economica può essere alle spalle, che tanto si può fare, che il mondo crede ancora nella Grecia e nelle sue bellezze, turistiche e culinarie ad esempio, che può offrire.

100mila le persone stimate lungo tutto il percorso, con tanti bambini ai lati delle strade per ore e ore in piedi a dare il ‘five’ ai partecipanti che come un fiume in piena correvano incessanti sulle strade. Maratona di Atene che non si esaurisce con la 42km ma che prevede anche distanze da 5 e 10km, con queste altre corse il totale delle persone che in terra ateniese domenica hanno indossato un pettorale sono state circa 50mila.

Gli organizzatori ora chiedono il sostegno, economico, del Governo greco per fare un ulteriore salto di qualità e sognare che nel 2018 vadano ancora più persone a calcare la strada della storia di Maratona. Con fondi economici maggiori si possono invitare top atleti di ancora maggior calibro e richiamo, si possono offrire servizi migliori ai maratoneti, si può creare un vero spettacolo per tutto il giorno intorno alla maratona. Il tempo dirà cosa accadrà, l’ottimismo non manca, la strada è tracciata. Ci aveva già pensato Filippide tanti secoli fa.

 

 

 

 

Tags: maratonadiateneAteneathensmarathon

Tutte le notizie di Tuttorunning

Approfondimenti

Commenti