Running

Record di partecipanti e tante iniziative per la 10^ CRAI Cagliari Respira

Record di partecipanti e tante iniziative per la 10^ CRAI Cagliari Respira

Più di 3mila al via dell'evento cagliaritano, il più partecipato dell'isola. 4 distanze diverse, tutti possono partecipare. Tra i top runner c'è l'inossidabile Said Boudaliatwitta

giovedì 30 novembre 2017

CAGLIARI – E’ quasi arrivato il giorno più bello, quello più atteso per l’ASD Cagliari Marathon Club che con il patrocinio dell’Amministrazione Comunale, dell’Assessorato allo Sport, alla Cultura e alla Pubblica Istruzione del Comune di Cagliari, l’Azienda Ospedaliero Universitaria di Cagliari, l’Ordine dei Medici della Provincia di Cagliari, l’Ente Parco Molentargius-Saline e sotto l’egida e approvazione tecnica del Comitato Regionale Sardo FIDAL, organizza la 10a edizione della CRAI Cagliari Respira, la mezza maratona della Città di Cagliari.

LE DISTANZE –  La CRAI CagliariRespira è sulla linea di partenza: il 3 dicembre alle ore 10 si correrà tra le vie di Cagliari lungo un percorso veloce di 21,0975 km disteso su un unico giro cittadino. Si parte dal v.le Diaz, passando attraverso tutta la città, dal centro storico alle zone del Poetto e delle Saline del Molentargius, tagliando il traguardo allo Stadio di Atletica Riccardo Santoru. Oltre alla Mezza, riconfermata anche quest’anno la KaraliStaffetta, la non competitiva in coppia divisa in due frazioni da 8km e 13km. Tra le non competitive, sempre presenti le tre KidsRun (400mt, 800mt e 1200mt) che si disputeranno sabato 2 dicembre ore 15 all’ex campo Coni e la SeiKilometri, del 3 dicembre. L’evento podistico cagliaritano varrà anche per l’assegnazione del nono Memorial Delio Serra, della quinta Combinata Trail Running Sarcidano – CagliariRespira’17 e del Campionato sardo Militare e di Forze di Polizia di Mezza Maratona.

I NUMERI – Cifre ottime per la mezza maratona che registra un incremento importante rispetto alla scorsa edizione: ben 1500 gli atleti pronti a invadere i 21km previsti lungo la città di Cagliari. Anche la KaraliStaffetta, che aveva conosciuto un discreto successo nel 2016, quest’anno è in crescita esponenziale vantando la presenza di ben 400 staffette, tra maschili, femminili e miste. La SeiKilometri e le KidsRun rimangono, come ogni anno, una sorpresa dell’ultimo minuto, proprio perché ci si potrà iscrivere fino al giorno stesso della gara. Per la SeiKilometri non competitiva, fino ad ora, si registrano intorno alle 1600 presenze, destinate a un ulteriore aumento fino al 3 dicembre. Come sempre, la provenienza degli atleti è a prevalenza sarda ma non mancano le presenze dal resto d’Europa e d’Italia. Eccone alcune: Francia, Belgio, Gran Bretagna, Milano, Roma, Veneto, Palermo, Pavia, Treviso, Bergamo, Torino, Bologna, Brescia, Cuneo, Cremona, Firenze, Genova e Monza.

IL PERCORSO –  0-5km - v.le Diaz, fronte Hotel Panorama (incrocio via dello Sport) - v.le Diaz via Roma - Largo Carlo Felice – via Mameli – via Caprera – corso V. Emanuele – v.le Trento.

5-10 km – v.le Trieste - via Roma - v.le Diaz - v.le Campioni d'Italia - v.le Poetto.

10-15 km –  v.le Poetto – Lungomare Poetto (poco oltre l'Ospedale Marino) – 1km di sterrato nel sentiero Molentargius-Poetto - sentiero Darsena-Idrovora affiancando il Canale Palma.

15-21 km – Pista ciclabile Su SiccuMolentargius - Calata della Fiera - Marina di Sant'Elmo – via Rockfeller  - traguardo finale presso lo “Stadio Atletica Leggera Riccardo Santoru”.

Un giro di 21 km e ben poche difficoltà. Fondo regolare sia per l'asfalto che per lo sterrato. Sono solo due i punti in cui il percorso potrebbe dare problemi: si tratta della salita del Largo Carlo Felice, nei primi chilometri, che testa da subito le capacità di resistenza degli atleti, e degli ingressi in via Roma/lungomare Poetto: il vento di maestrale è una prerogativa cagliaritana un po' in tutte le stagioni, soprattutto nei pressi della stagione invernale e in zona porto.

CORSA E SOLIDARIETA’ - La CRAICR17 si tinge ancora una volta dei colori della solidarietà: grazie al progetto nato dall'idea del Direttivo dell’ASD Cagliari Marathon Club, lo sport incontra ben sette Associazioni benefiche che finanzieranno i loro progetti e attività grazie alla vendita dei pettorali per la SeiKilometri non competitiva. Ogni associazione ha una sua precisa mission. Di seguito i nomi: Domus de luna, ASD Progetto Filippide, Associazione 10 aprile Familiari vittime Moby Prince, La Carovana, Special Olympics, Amici Onlus e Diversamente Onlus.

ROCK’ON CAGLIARIRESPIRA–  Per il secondo anno consecutivo, torna Rock'On CagliariRespira: non solo sport ma tanta musica pronta ad animare le strade di Cagliari, dal centro storico al Poetto, seguendo il tracciato della mezza maratona cagliaritana più rinomata in Sardegna. Le migliori band musicali saranno predisposte lungo tutto il percorso della gara per regalare entusiasmo, grinta e un grande incoraggiamento ai numerosi atleti partecipanti. Rock'On si inserisce a pieno tra le grandi conferme del 2017, soprattutto dopo aver ottenuto un grande successo nella scorsa edizione e grazie al travolgente entusiasmo suscitato negli atleti così come nel suo pubblico. Per ora sono dodici le band che suoneranno live durante la mezza ma le selezioni sono ancora aperte e il numero potrà crescere fino a un massimo di venti. Una grande novità contraddistingue questa seconda edizione: è previsto, infatti, un vero e proprio contest musicale grazie al quale atleti (e non solo) potranno votare, attraverso una piattaforma digitale appositamente creata, la loro band preferita e decretare dunque il primo vincitore di Rock'On CagliariRespira.

LE MEDAGLIE - Quattro tipologie di medaglie, una per ogni distanza: la più ambita è certamente quella dei 21km della mezza, color oro e di diametro 70 mm. A seguire, la medaglia per la KaraliStaffetta, color argento di 60 mm, quella per la SeiKilometri non competitiva, color bronzo di 50mm, e ultima, ma non per importanza, quella per i bimbi delle KidsRun, sempre di bronzo ma formato 40mm. Tutte le medaglie sono state coniate sul fronte con il classico logo di rappresentanza della CRAI CagliariRespira e un timido profilo della città di Cagliari. A rappresentare la grande crescita della manifestazione, dieci stelline all’interno delle quali vengono ripercorsi i dieci anni di sport della CagliariRespira: dal 2008 ad oggi. Sul retro sono stati incisi, oltre al nome della manifestazione, il logo CRAI, la data e la categoria di appartenenza, con uno spazio libero da riempire con l’incisione del proprio tempo personale. L’attaccamento territoriale non manca di certo: infatti, i nastri su cui pendono le medaglie sono dei colori rappresentativi della città di Cagliari, rosso e blu.

TOP RUNNER - Una gara che si preannuncia alquanto incerta e di alto livello, ci sarà spettacolo e battaglia, per nessuno dei protagonisti qui sotto elencati la vittoria sembra scontata, i giochi sono veramente aperti. Confermato al via tutto il podio sia maschile che femminile del 2016. Tutti vogliono tornare sempre a gareggiare alla mezza di Cagliari. Ricordiamo nel 2016 i successi di Said Boudalia in 1h08’07” e di Claudia Pinna in piena febbre e bronchite in 1h17’31”.

SAID BOUDALIA - Non può mancare al via il ‘re’ della CRAI Cagliari Respira Said Boudalia, portacolori ormai da qualche anno dell’Asd Cagliari Marathon Club la società organizzatrice dell’evento. Said, marocchino di origine ma ormai italianissimo con residenza nel bellunese, è uno dei più forti maratoneti al mondo della sua fascia d’età ed è molto legato alla mezza maratona di Cagliari, tanto da aver partecipato a tutte le edizioni ed aver vinto nelle edizioni dal 2011 al 2016 eccetto il 2013 quando a primeggiare nello stadio dedicato a Riccardo Santoru fu Michele Merdenda. Boudalia, innanorato di questo percorso e di questa città, sarà senz’altro l’uomo da battere anche quest’anno. Ha un primato personale sui 21,097km di 1h03’29” fatto alla mezza di Udine e quest’anno in ottobre ai Campionati Italiani di mezza maratona ad Agropoli ha corso in 1h07’12”.

MICHELE MERENDA – Classe 1981, siciliano d’origine ma stabilmente in Sardegna dal 2004 per lavoro e amore anch’esso gareggia per il Cagliari Marathon Club. E’ l’unico ad essere riuscito a scalfire per un anno, il 2013, l’egemonia del compagno di squadra Said Boudalia. A marzo 2016 a Fucecchio ha firmato il suo primato personale sulla distanza in 1h07’57”, mentre in questo 2017 ha fatto il suo personal best in pista a Cagliari in aprile nei 10000 metri con 32’38”. E’ stato secondo nel 2016.

OUALID ABDELKADER – Origini marocchine, nato il 7 settembre 1982, come Boudalia e Merenda appartiene al Cagliari Marathon Club, vanta un primato personale sulla distanza di 1h07’48” fatto nel 2010 e di 2h26’54” fatto alla Maratona di Cagliari nel 2015. Il 15 ottobre scorso come Boudalia ha partecipato alla Mezza Maratona di Agorpoli valida per il campionato italiano correndo in 1h08’58” classificandosi in 26esima posizione assoluta. Terzo classificato nel 2016.

DIEGO AVON – Classe 1985, nel 2015 ha fatto la sua miglior mezza maratona a Cittadella, provincia di Padova, in 1h08’38”, mentre ha un più che eccellente 31’21” come personal best sui 10km su strada. In ottobre ha fatto l’esordio in maratona a Venezia classificandosi 7° in 2h27’31”.

LUCA CAMPANELLA – Fidanzato con Emma Quaglia, anche lei tra le top runner della Cagliari Respira, genovese nato nel 1984, ha un personale di 1h08’04” sulla mezzamaratona fatto alla Giulietta&Romeo Half Marathon nel 2014, mentre sui 42km ha corso in 2h26’35” a Torino nel 2013. Non ha all’attivo corse di rilievo nel 2017, potrebbe arrivare un suo exploit proprio alla CRAI Cagliari Respira.

FRANCESCO FAGNANI – Alla Maratona di Valencia nel 2015 ha fissato il suo primato personale sulla distanza olimpica in 2h34’45”, professione nutrizionista ed esperto in alimentazione e integrazione dello sportivo, tesserato per i Purosangue Athletics Club. In mezza maratona ha un primato di 1h12’56” fatto a Udine nel 2015.

GIUSEPPE MURA – Nato nel 1988 nel 2015 fece il suo personal best di 1h08’41” alla Barcellona Half Marathon e nello stesso anno, solo due mesi dopo, sfruttando uno straordinario momento di forma ha fatto l’esordio e la sua unica maratona a Padova con 2h24’39”. Magico però questo 2017 dove in ottobre ha fatto il nuovo  primato personale sulla mezza maratona ad Assemini con 1h07’15” e tre mesi fa ad inizio Settembre in occasione dei Campionati Italiani dei 10km su Strada si è classificato 35° con un più che eccellente 30’51”.

EMMA QUAGLIA – Genovese classe 1980, medico di professione, maratoneta della Nazionale Italiana, è reduce dalla Maratona di New York dove si è classificata 14^ donna in 2h34’10”. Alla Stramilano del 2013 ha corso la sua migliore Half Marathon in 1h12’37” mentre nel 2012 è arrivata 5^ all Maratona di Torino in  2h28’15” suo personal best. Nel palmares in maglia azzurra uno straordinario 6° posto alla maratona dei Campionati Mondiali di Mosca nel 2013. In Aprile si è classificata 7^ a Vienna Marathon in 2h34’33”.

CLAUDIA PINNA – Atleta Sarda, nata nel 1977, Claudia Pinna ha vinto nel 2016 la CRAI Cagliari Respira, quest’anno è in pieno recupero dalla Maratona di Verona che ha corso solo due settimane fa vincendo il titolo italiano di categoria SF40 in 2h39’43”.

Nel 2007 la sua miglior mezza maratona in 1h12’44” a Udine, mentre nel 2012 la maratona da personal best con 2h37’14”. 

ROBERTA FERRU – Atleta sarda classe 1968, ha un primato personale di 1h20’07” fatto nel maggio 2012 a Cagliari. Nella passata edizione si è classificata terza in 1h22’31” e dopo sole due settimane si è classificata ancora terza alla Maratona di Pisa.

MANUELA MANCA – Nata nel 1981, è stata più volte protagonista alla CRAI Cagliari Respira, seconda classificata nel 2015 e vincitrice nel 2014 con 1h20’24”, ha fatto alla RomaOstia nel marzo 2016 una super gara fermando il cronometro in 1h17’43”. Nella passata edizione si è classificata in 2^ posizione, dietro a Pinna e quindi davanti a Roberta Ferru, correndo in 1h20’50”. Anche lei due settimane fa come Claudia Pinna ha corso alla Veronamarathon, sede del Campionato Italiano Fidal di Maratona classificandosi 15^ in poco più di 3 ore. 

Tutte le notizie di Tuttorunning

Approfondimenti

Commenti