Running

Incredibile evento la Primiero Dolomiti Marathon
0

Incredibile evento la Primiero Dolomiti Marathon

Presentata la terza Primiero Dolomiti Marathon. Il 7 luglio 42K, 26K e 6.5K a Fiera di Primiero (TN). Erano presenti Pradel, Stompanato, Depaoli, Simion, Cagnati, Tavernaro, Simoni e Franceschinelli. Duello all'ultima falcata per Cagnati e Simion – entrambi affronteranno la 26K

martedì 3 luglio 2018

FIERA DI PRIMIERO (TN) - Oggi, al Palazzo delle Miniere di Fiera di Primiero (TN), è stata presentata la terza edizione della Primiero Dolomiti Marathon, sfilata podistica che si disputerà sabato 7 luglio con al via circa 2200 concorrenti, a cimentarsi lungo i percorsi 42K, 26K e 6.5K. Erano presenti il presidente della Comunità di Primiero Roberto Pradel, il presidente di APT SMART Antonio Stompanato, il sindaco di Primiero e San Martino di Castrozza Daniele Depaoli, il vincitore della 26K 2016 e della 42K 2017 Giancarlo Simion, il vincitore della 26K 2017 Luca Cagnati, il secondo della 42K dello scorso anno Michele Tavernaro, il responsabile della sezione atletica US Primiero Manuel Simoni e Sergio Franceschinelli, segretario personale in rappresentanza dell’assessore Mellarini.

Tre gare in una, la prima partirà dalla Val Canali per giungere a Fiera di Primiero, la seconda da San Martino di Castrozza a Fiera di Primiero e la terza si svolgerà interamente nel circondario di Fiera di Primiero. Ci sarà gioia anche per gli accompagnatori con Primiero Dolomiti Village e Forst Party, il tutto immersi tra gli scenari più suggestivi delle Dolomiti.

Roberto Pradel in apertura: “Anche dal punto di vista del tracciato questa è una manifestazione incredibile, essere partiti con grandi numeri fin da subito riuscendo a mantenerli è davvero un’impresa. Faccio un augurio agli organizzatori che possano proseguire così, facendo divenire la gara una grande classica”. Il sindaco Daniele Depaoli crede nel progetto a lungo termine: “Questo è un progetto che l’amministrazione comunale ha accolto con entusiasmo, e l’US Primiero è una garanzia. Un ringraziamento ai volontari che permettono tutto ciò, perché il percorso è lungo da gestire. A Primiero abbiamo sport green e di fatica e i volontari trentini non mancano mai”. Per Stompanato: “La Primiero Dolomiti Marathon porta sul territorio anche un ritorno economico, grazie ai numerosi iscritti e alle proprie famiglie. L’APT sostiene l’evento ed auguro lunga vita alla Marathon”. Franceschinelli ha portato i saluti dell’assessore Mellarini: “Un onore essere qui, la Primiero Dolomiti Marathon ha tutte le carte in regola per essere ancora una volta un grande evento, quelli che solo il Trentino sa organizzare”. Il presidente Luigi Zanetel è il capitano dell’US Primiero, una associazione che… “lavora a tutto campo con 14 sezioni, il nostro obiettivo è quello di coinvolgere più associazioni possibili del territorio, e da lì nascono i nostri volontari. Il percorso attraversa tutta la comunità di Primiero”.

Largo poi agli atleti, con due dei favoriti a sfidarsi – e questa è una notizia - nel percorso di 26K: “Ambedue i percorsi sono tracciati molto bene – ha affermato Simion – riguardo al 42K i primi 16 km sono molto duri poiché in salita, ma i luoghi toccati sono davvero unici. La manifestazione regina resta la maratona perché richiede uno sforzo maggiore. La macchina organizzativa è perfetta”, ha concluso l’ultimo vincitore del 42K, che tornerà al 26K a lui più consono, dopo esser “sceso” a Primiero da Stoccolma, città in cui lavora. Luca Cagnati avrà dunque un rivale in più: “Abito abbastanza vicino a queste zone, avrò a che fare con Giancarlo e sarà un avversario tosto, meglio una gara combattuta che una in salita. La cosa più bella sono i tifosi all’arrivo e lungo il percorso, e in albergo trattavano noi della nazionale come fossimo la nazionale di calcio!” Michele Tavernaro parte dunque da favorito nella 42K, essendo giunto secondo lo scorso anno, e reduce da una importante vittoria sulle distanze lunghe: “Non per essere di parte, ma con tutte le gare che ho fatto questi posti sono impareggiabili”.

La 6.5K, infine, non ha questi grandi nomi ma richiama all’ordine le famiglie con una bella passeggiata, raccontata da Manuel Simoni: “Ha l’obiettivo di coinvolgere i familiari degli atleti che percorrono le distanze più lunghe, la gente del posto e i ragazzi della nostra sezione, circa una trentina. Sulla 42K ha dato conferma Barbara Bani e nei prossimi giorni avremo conferma di altri atleti della nazionale italiana. Sarà una gara molto combattuta”. Dopo la competizione ci sarà il pasta party offerto dai volontari, con gli stand ed interessanti iniziative per tutti. La Primiero Dolomiti Marathon è pronta a partire.

Commenti

La Prima Pagina

Potrebbero interessarti