Tuttosport.com

Scopri l'edizione digitale su Tablet e Smartphone

Coppa del Mondo, Goggia e Brignone a Crans Montana
© AFPS

Coppa del Mondo, Goggia e Brignone a Crans Montana

Le campionesse olimpiche, oro e bronzo a Pyeongchang 2018, sono pronte a indossare gli sci per il Super-Gtwitta

venerdì 2 marzo 2018

TORINO - Nevica forte a Crans Montana, dove sabato 3 e domenica 4 marzo sono in programma un supergigante femminile (ore 10.30) e un combinata alpina (supergigante alle 10.30, slalom alle 13.30). Nella prima gara l'Italia schiera Sofia Goggia, Federica Brignone, Johanna Schnarf (terza nella classifica di specialità), Marta Bassino, Nadia Fanchini, Verena Stuffer, Anna Hofer e Federica Sosio. La sciata in pista della vigilia è stata annullata, le previsioni parlano di un'ulteriore nevicata nella notte, il tempo dovrebbe migliorare dal pomeriggio di sabato. Ecco le parole della vigilia. «Tornata dalle vacanze ho deciso di isolarmi per rimanere concentrata sugli obiettivi dei prossimi giorni in Coppa del mondo. Abbiamo fatto due giorni di slalom giusto per riprendere un po' i ritmi, speriamo che le condizioni del tempo migliorino, oggi gli organizzatori hanno annullato la sciata in pista», ha detto Sofia Goggia reduce dall'oro in discesa alle Olimpiadi.
«Sappiamo che ogni giorno si riparte da zero, abbiamo archiviato le Olimpiadi, l'oro della discesa rimarrà lì per sempre, ma si vive anche per le esperienze che non si sono vissute. Rimango concentrata - ha confermato la bergamasca - la pista è molto bella, bisogna spingere molto, dipenderà molto dalle condizioni della neve, da cui dipenderà la velocità. Quattro giorni di riposo a casa mi hanno permesso di riprendermi, ho fatto un po' di atletica e le mie condizioni sono buone». 
 

BRIGNONE - Anche Federica Brignone ha ricaricato le batterie dopo il bronzo in gigante in Corea: «Un primo e un secondo posto l'anno scorso in combinata sono il segnale che adoro questo tracciato, la pista è molto tecnica, in supergigante bisogna sempre stare sul pezzo, è ripido e mi sono sempre trovata bene. L'anno scorso trovammo neve primaverile, quest'anno il tempo è pazzerello , vedremo cosa succederà. Torno dalle Olimpiadi soddisfatta con una medaglia e due buone prove nella velocità, ho voglio di finire la stagione nel migliore dei modi e c'è tanta motivazione. Avendo iniziato l'anno un po' in sordina e in ritardo rispetto alle compagne, mi sembra quasi di dovere ancora recuperare, sono contenta di avere ancora un discreto numero di gare a disposizione».

Sofia Goggia in lacrime sul podio dopo l'oro

Tags: SciCoppa del Mondo

Tutte le notizie di Sci

Approfondimenti

Commenti