Tuttosport.com

Scopri l’edizione digitale su Tablet e Smartphone

Milano, deraglia un treno: morti e feriti
© ANSA

Milano, deraglia un treno: morti e feriti

Un treno delle ferrovie Trenord è deragliato tra Pioltello e Segrate: era partito da Cremonatwitta

giovedì 25 gennaio 2018

MILANO - Un treno delle ferrovie Trenord è deragliato questa mattina all'altezza di Seggiano di Pioltello, alle porte di Milano. L'incidente è avvenuto alle 6.57 e ha coinvolto il convoglio partito da Cremona e diretto alla stazione Milano-Piazza Garibaldi. Il bilancio è pesante: secondo il 118 ci sono tre morti (tre donne, l'identità delle vittime è in corso di accertamento), dieci feriti gravi e oltre cento contusi. Diverse persone sono rimaste incastrate tra le lamiere di uno dei vagoni del treno. I vigili del fuoco, presenti con diverse squadre sul posto, sono riusciti a estrarre tutte le persone intrappolate poco prima delle 10.

 

Per diverse ore gli elicotteri dei vigili del fuoco e dei soccorritori hanno fatto la spola dal luogo dove è avvenuto il deragliamento del treno all'altezza di Seggiano di Pioltello e gli ospedali. Il campo adiacente ai binari è stato riempito dai mezzi dei soccorritori.

 

Intanto emergono nuovi dettagli sull'incidente. Il treno aveva già fatto una decina di fermate e caricato centinaia di pendolari prima di deragliare all'altezza di Seggiano di Pioltello. Partito alle 5.32 da Cremona, il convoglio regionale Trenord 10452 - motrice e 6 vagoni - si stava apprestando a entrare nel capoluogo dove sarebbe arrivato alle 7.24. L'incidente, secondo quanto riferito, è avvenuto alle 6.57.

TWEET CRITICATO - È polemica sui social network per il tweet di uno dei profili ufficiali di Trenord che stamattina ha definito il grave incidente "un inconveniente tecnico ad un treno". Un linguaggio burocratico fortemente criticato dagli utenti.

In seguito, Trenord ha aggiornato la comunicazione.

Le testimonianze

«TREMAVA TUTTO, POI UN BOATO» - «Andava tutto bene, all'improvviso il treno ha iniziato a tremare, poi si è sentito un boato e le carrozze sono uscite dai binari». È questa una delle prime testimonianze di uno dei passeggeri. «Quasi subito - ha aggiunto l'uomo, salito alla stazione di Crema - abbiamo capito che cosa era successo».

Drammatica la testimonianza di due genitori che attendono di avere notizie della figlia, che viaggiava sul treno deragliato. «Ho sentito mia figlia al telefono poco prima. 'Mamma aiuto, il treno sta uscendo dai binari!'.Poi il silenzio. Non mi ha detto più niente, e ora non risponde più al telefono».

 

Le possibili cause

PROBLEMA ALLO SCAMBIO? - «Abbiamo individuato un cedimento tra vagoni ma sono ancora in corso tutti gli accertamenti per chiarire il quadro», ha detto il questore di Milano Marcello Cardona, arrivato sul luogo del deragliamento del treno avvenuto questa mattina all'altezza di Seggiano di Pioltello. L'ipotesi che si sta facendo largo è che si sia trattato di un problema allo scambio. Le parole del questore sono una prima conferma rispetto a quanto raccontato da alcuni soccorritori. A molti, infatti, è risultato strano lo slittamento di solo due vagoni mentre gli altri, in testa e in coda, sono rimasti in asse. Intanto proseguono le operazioni per estrarre tutti i feriti rimasti incastrati nei vagoni deragliati. 

La procura di Milano intanto ha aperto un'inchiesta con l'ipotesi di reato di disastro ferroviario colposo.

 

Tutte le notizie di Cronaca

Approfondimenti

Commenti