Basket

Serie A2, stasera il derby numero 105 di Basket City
© FOTO SCHICCHI

Serie A2, stasera il derby numero 105 di Basket City

Alle 20.30 al PalaDozza si fronteggiano Fortitudo e Virtus Bologna. Diretta su Sky Sport 1twitta

venerdì 14 aprile 2017

ROMA - È tutto pronto per il derby numero 105 di "Basket City": questa sera alle 20.30 nella storica cornice del PalaDozza - teatro di grandi battaglie sportive tra biancoblu e bianconeri - Fortitudo Kontatto e Virtus Segafredo si ritroveranno di fronte per la seconda attesissima stracittadina della stagione. All'andata vinsero di un solo punto i bianconeri, dopo aver recuperato sei lunghezze di svantaggio in poco più di un minuto e aver portato il match al supplementare. E proprio i bianconeri si aggiudicarono anche l'ultimo derby - allora entrambe le squadre giocavano in Serie A - disputato al Madison di Piazza Azzarita (com'è ribattezzato il PalaDozza per la sua forma che ricorda vagamente quella della celebre arena newyorkese) grazie ad una tripla allo scadere di Dusan Vukcevic. Era il 29 marzo 2009. Oggi, a distanza di 8 anni, i biancoblu scendono in campo per provare a blindare il quinto posto nel girone Est di A2 e trovare nuovo slancio per affrontare il finale di stagione al meglio, mentre i bianconeri cercano il colpaccio per evitare di farsi scippare la vetta della classifica da Treviso. Sfida dal grande fascino anche per i tanti giovani che calcheranno il parquet: Candi, Montano, Campogrande e Ruzzier da una parte e Penna, Pajola e Oxilia dall'altra. Un immenso patrimonio per la Bologna dei canestri che sogna di tornare ai fasti di un tempo. 

BONICIOLLI -È proprio sul potenziale dei suoi giovani e sulla loro voglia di rivincita dopo il ko dell'andata che punta il coach dei biancoblu Matteo Boniciolli: “Aver già giocato un derby conta molto, oltre all’aspetto tecnico conta quello motivazionale. I miei ragazzi sanno di aver perso una partita che una squadra più matura della nostra sul +6 a pochi minuti dalla fine non avrebbe perso mai. Quest’anno abbiamo gestito alcuni finali di partita in modo inconcepibile, mentre a Recanati – dove stavamo rischiando di gettare la gara alle ortiche– siamo riusciti ad andare oltre i nostri limiti di gestione, e questo mi fa pensare che in caso  di finale punto a punto ogni giocatore avrà un qualcosa in più per non dilapidare quanto costruito e non dare un calcio al secchio del latte appena munto, cosa di cui quest’anno siamo stati specialisti”.

RAMAGLI - Molto detetminato a portare a casa i due punti, anche per fini di classifica, anche il coach della Virtus, Alessandro Ramagli: “Questa partita è diversa da tutte le altre. Loro arrivano all'appuntamento in condizione, ma anche noi stiamo meglio rispetto alle ultime settimane. Questo però conta relativamente. Questo è il derby, e si va in campo per vincere. E bisogna cercare di farlo anche con mezza squadra, qualunque sia la tua situazione. È una delle due gare che nel corso di una stagione a Bologna vengono attese e vissute come nessun’altra, e come in nessun altro posto. Arriva alla ventinovesima di campionato e avrà anche dei significati per la nostra classifica finale. Io credo che questa gara non si ‘attacchi’ al campionato sotto questo aspetto, si vive per vincerla e sarebbe così anche se non avesse alcun significato per

Tutte le notizie di LNP

Approfondimenti

Commenti