Tuttosport.com

Scopri l'edizione digitale su Tablet e Smartphone

Nove federazioni scrivono ad Euroleague:
© EPA

Nove federazioni scrivono ad Euroleague: "Bisogna stare uniti"

Nove federazioni, tra cui quella italiana, si schierano sostanzialmente al fianco della federazione internazionale nel contenzioso con ECAtwitta

venerdì 20 ottobre 2017

ROMA - La FIBA, nell'annosa diatriba sorta con ECA in merito alla calendarizzazione degli impegni delle nazionali durante la stagione, incassa l'importante appoggio di nove federazioni cestistiche - tra cui anche quelle di Italia, Germania, Serbia, Grecia e Spagna - che non più tardi di ieri hanno scritto una lunga lettera ad Euroleague in cui, pur sottolineando l'importanza di dover tenere unito il sistema della pallacanestro internazionale, hanno condannato la scelta di Euroleague di rifiutare la proposta avanzata dalla FIBA che aveva deciso di spostare al venerdì le gare delle qualificazioni ai Mondiali del 2019 che si giocheranno a novembre e febbraio e chiesto di giocare al martedì quelle di Eurolega per agevolare la partecipazione dei giocatori alle partite delle nazionali. 

COESISTENZA - Nella missiva inviata ad ECA, le nove federazioni hanno poi fatto presente anche che secondo il loro punto di vista una coesistenza tra gli impegni delle coppe e delle nazionali è possibile perché qualcosa di simile è già avvenuto nel 2003 e inoltre hanno sottolineato che la stessa Euroleague pochi mesi fa, scrivendo alla Commissione Europea, ha ribadito che il fatto di mandare i giocatori non sarebbe stato un problema. Infine hanno anche condannato ogni possibile pressione esercitata sui giocatori da parte dei club per spingerli a non accettare le convocazioni. La strada del dialogo tra le parti sembra quindi decisamente in salita, ma il tempo stringe e sarà necessario trovare presto una soluzione per evitare un muro contro muro che nuocerebbe soltanto al sistema pallacanestro e allo spettacolo che questo sport offre.

Tutte le notizie di Nazionali

Approfondimenti

Commenti