Tuttosport.com

Scopri l'edizione digitale su Tablet e Smartphone

Qualificazioni Mondiali 2019, l'Italia doma anche la Croazia 80-64
© CIAMILLO

Qualificazioni Mondiali 2019, l'Italia doma anche la Croazia 80-64

Dopo un primo quarto sofferto, gli azzurri ribaltano la situazione con un parziale di 20-9 e scappano definitivamente nel terzo quarto vincendo poi 80-64. Scatenato Della Valle (25 punti)twitta

domenica 26 novembre 2017

ROMA - Si chiude con un secondo successo la finestra delle qualificazioni ai Mondiali del 2019 dell'Italia di Meo Sacchetti che a Zagabria doma la Croazia padrona di casa 80-64 ispirata dall'ennesima grande prestazione balistica di Amedeo Della Valle, autore di 25 punti con 8/14 dal campo e un chirurgico 5/8 da oltre l'arco dei tre punti. Più che positive però tra gli azzurri anche le prove di Alessandro Gentile (12 punti e 5 rimbalzi) e Awudu Abass (13 punti e 5 rimbalzi). Primo quarto decisamente sottotono per l'Italia che si aggrappa ai canestri di Gentile (10 punti nei primi 10 minuti) per restare in scia (23-15 al 10°). Le cose cambiano radicalmente nel secondo spicchio del primo tempo, quando la difesa azzurra tiene i croati a soli 9 punti segnati (con 2 canestri) e l'attacco comincia a martellare la retina avversaria grazie a Gentile, Della Valle, Burns e Filloy che propiziano il 20-9 di parziale che permette agli azzurri di andare negli spogliatoi a +3 (35-32). Lo stesso della Valle si scatena in avvia di secondo tempo e segna 8 punti nel parziale di 15-4 che fa sprofondare in meno di quattro minuti la Croazia a -15 (50-35). Una spallata che manda definitivamente ko la formazione croata che non ha più saputo azzerare il divario nonostante l'ottima prova del lungo della Dinamo Sassari Darko Planinic (20 punti e 10 rimbalzi). 

GRANDE PROVA - Pur sottolineando le difficoltà iniziali il ct Sacchetti a fine gara ha voluto elogiare la grande prova di squadra: «Siamo entrati in campo come bambini paurosi in un’atmosfera che ci ha messo soggezione. Gentile con 10 punti ci ha tenuto in corsa evitando che prendessimo un brutto parziale ma poi i ragazzi hanno preso fiducia cominciando a giocare come sanno. Loro sono una squadra molto fisica e all’inizio ci hanno messo in difficoltà. Sono contento che poi i ragazzi abbiano reagito alla grande. Amedeo ha giocato come di solito gioca a Reggio Emilia difendendo anche di più e per noi è stato più che importante. Ho avuto ottime risposte da tutti e devo dire, da coach, che è stato bello vederli giocare questa sera. Sono solo le prime due partite e non sappiamo cosa accadrà ma questo è un bellissimo gruppo».

Tutte le notizie di Nazionali

Approfondimenti

Commenti