Tuttosport.com

Scopri l'edizione digitale su Tablet e Smartphone

Basket NBA, Spurs vincenti, Cleveland paura Irving

San Antonio supera Brooklyn con 10 punti di Belinelli, Indiana batte i Cavs che dal terzo quarto giocano senza il proprio leader. Golden State passa ad Orlando, Atlanta in volata su Bostontwitta

mercoledì 1 gennaio 2014

NEW YORK – I San Antonio Spurs chiudono l'anno solare con un successo su Brooklyn, un 113-92 con sei uomini in doppia cifra tra cui Marco Belinelli, 10 punti con 4/6 al tiro in 17'. Coach Popovich può risparmiare i suoi, visto che nessuno gioca più dei 27' di Tony Parker (18 punti), e vengono gestiti pure Duncan e Ginobili (15 punti a testa), visto che San Antonio tocca anche il +32 a fine terzo quarto. Per i Nets, doppia doppia di Miles Plumlee (15 e 13 rimbalzi).

PAURA IRVING – Indiana batte Cleveland 91-76, ma più del successo dei leader ad est fa notizia l'infortunio al ginocchio sinistro di Kyrie Irving, che esce nel terzo quarto. Un problema che spaventa il leader dei Cavs, che a fine gara dichiara di aver sentito una sensazione brutta, ma dopo la paura iniziale la situazione sembra essere tornata ad una relativa tranquillità, anche se Cleveland è in attesa della risonanza magnetica. Per Indiana, la vittoria è firmata da Paul George (21) e Roy Hibbert (19), ma anche dai 12 del redivivo Danny Granger.

VOLATA HAWKS – Atlanta espugna Boston 92-91 con 34 e 15 rimbalzi di Paul Millsap, mentre i Celtics sbagliano il sorpasso per cinque volte nell'ultimo minuto e mezzo, dopo i liberi del +1 esterno di Jeff Teague. Golden State vince ad Orlando 94-81 con 22 di David Lee, mentre i Magic perdono per infortunio Nikola Vucevic (caviglia). Toronto vince in rimonta a Chicago 85-79 con 15 di Valanciunas, decisivo nel quarto finale (vinto 28-17) insieme a Greivis Vasquez. I Bulls tirano male (36% su azione, 2/9 da tre) e pagano le rotazioni corte, non bastano i 16 di Deng.

HARDEN SPRECA - Vittoria esterna anche per Sacramento, che passa a Houston 110-106 con la doppia doppia di DeMarcus Cousins (17 e 16 rimbalzi) e i 25 di Rudy Gay. Ai Rockets non bastano i 38 di James Harden, con anche 10 rimbalzi, perchè proprio la guardia mancina sbaglia i palloni decisivi. I Kings rimontano dal -8 di inizio quarto finale, Cousins sorpassa a 56” dalla fine (104-105), poi il rookie McLemore e i liberi di Isaiah Thomas e Gay chiudono i conti, mentre i Rockets non vanno a segno in quattro possessi in fila, con due triple sbagliate e due palle perse per Harden. I Los Angeles Lakers perdono per la sesta volta di fila, 79-94 contro i derelitti Milwaukee Bucks nonostante i 25 di Gasol e Nick Young, per Milwaukee è scatenato Brandon Knight (37) assistito da Ersan Ilyasova (15 e 12 rimbalzi).

IMPRESA PORTLAND – I Trail Blazers vincono ad Oklahoma City 98-94 nella sfida tra le squadre al comando della Western Conference. Decisivo il quarto finale di LaMarcus Aldridge (25 e 14 rimbalzi) e Damian Lillard (21) a guidare la rimonta dal -16, una rimonta completata dalla tripla del sorpasso di Batum (15) a 2' dalla fine. I Thunder si fermano ai 37 di Kevin Durant, e i 17 di Serge Ibaka, e pagano l'assenza di Russell Westbrook.

Tutte le notizie di NBA

Approfondimenti

Commenti