Tuttosport.com

Scopri l'edizione digitale su Tablet e Smartphone

Curry stende ancora OKC, Warriors come i Bulls
© Lapresse

Curry stende ancora OKC, Warriors come i Bulls

Il fuoriclasse di Golden State torna in campo e ispira il nuovo successo sui Thunder, eguagliato il record di Chicago con 44 vittorie interne consecutive.twitta

venerdì 4 marzo 2016

ROMA - Dopo essere rimasto fuori nella partita con Atlanta per un problema alla caviglia, Steph Curry torna in campo contro Oklahoma City e con 33 punti (ma 5/15 da tre) supera nuovamente i Thunder, consentendo così a Golden State di infilare la 44esima vittoria casalinga consecutiva e di eguagliare il record dei Chicago Bulls del 1996. A OKC, alla seconda sconfitta consecutiva, non basta la tripla-doppia sfiorata da Kevin Durant (32 punti, 10 rimbalzi, 9 assist), e i 22 punti con 6 rimbalzi e 7 assist di Russell Westbrook.

 

SPURS OK - Prosegue anche la stagione fantastica dei San Antonio Spurs, alla settima vittoria consecutiva col 94-86 sui Pelicans. Kawhi Leonard è il migliore con 30 punti, 11 rimbalzi e 6/10 dalla distanza, bene anche LaMarcus Aldridge con 26 punti, 8 rimbalzi e 11/19 dal campo. Per i Pelicans, 17 punti e 13 rimbalzi di Anthony Davis, 23 punti per Eric Gordon. Successo in trasferta anche per i Kings, che violano il parquet di Dallas 104-101 con 22 punti e 13 rimbalzi di Cousins: 18 punti e 12 assist arrivano da Rajon Rondo, un’altra prova confortante la mette insieme  Marco Belinelli, 16 punti in 24’ con 6/10 dal campo e 3/5 dall’arco. Vincono anche gli Heat sui Suns 108-92: Wade trascina Miami con 27 punti e 7 assist, seguito dai 25 di Goran Dragic. Per i Suns non bastano i 34 punti di Devin Booker, 15 dei quali nel quarto periodo.

Tags: NbaWarriorsrecordChicagoBullsGolden StatestephCurry

Tutte le notizie di NBA

Approfondimenti

Commenti