Tuttosport.com

Scopri l'edizione digitale su Tablet e Smartphone

NBA, la beneficenza di Kareem Abdul-Jabaar: all'asta i suoi cimeli
© Russ Elliot/AdMedia
0

NBA, la beneficenza di Kareem Abdul-Jabaar: all'asta i suoi cimeli

Una leggenda del gioco mette all'asta i ricordi di una carriera, tra cui quattro anelli di campione e il pallone con cui ha giocato l'ultima partita

mercoledì 27 febbraio 2019

TORINO Kareem Abdul-Jabaar si è sempre distinto in campo per il suo Skyhook, il gancio cielo, il tiro più immarcabile nella storia del gioco. Una volta terminata la carriera è diventato uno scrittore e giornalista, ha anche partecipato con qualche cameo ad alcune serie TV americane. Un personaggio dallo spessore enorme, che ancora una volta sorprende tutti. Il miglior marcatore nella storia della NBA (38.387 punti messi a segno) mette all'asta i suoi ricordi per finanziare la Skyhook Foundation e aiutare i bambini in difficolità.

I CIMELI - Per beneficenza, Kareem Abdul-Jabaar ha deciso di spogliare la sua casa dai ricordi di una irripetibile carriera e di mettere in vendita online gli anelli di campione NBA conquistati, il pallone con cui ha giocato l'ultima partita, le retine strappate dai canestri dopo i titoli vinti con UCLA e gli occhiali che lo hanno sempre caratterizzato.

CAMBIAMENTO - "Non è così complicato per me vendere questi oggetti - ha dichiarato KAJ -, so che hanno un valore e un significato affettivo molto particolare, ma non voglio vivere in un museo. Liberarmi di tutta questa roba mi permetterà di recuperare almeno metà dello spazio che ho in casaQuando c’è da scegliere se conservare un anello in una stanza o dare a un bambino l’opportunità che possa cambiargli la vita, la scelta è molto semplice: vendere tutto”. L'ex Lou Alcindoor, che dopo la conversione all'Islam ha cambiato nome in Kareem Abdul-Jabaar, prosegue nelle sue dichiarazioni: “Piuttosto che ammirare la brillantezza di un diamante e di celebrare qualcosa che ho fatto tanto tempo fa, è più soddisfacente vedere la felicità negli occhi di un bambino quando riceve un giocattolo. Questa è una storia che non ha prezzo”. 

Commenti

La Prima Pagina