Tuttosport.com

Scopri l'edizione digitale su Tablet e Smartphone

Il misterioso caso di Giannichedda, si dimette e poi sparisce

Il misterioso caso di Giannichedda, si dimette e poi sparisce

L'ex centrocampista di Lazio e Juventus aveva comunicato la sua decisione alla Racing Roma, dimenticandosi però di formalizzare l'addio. Il club è stato costretto a esonerarlotwitta

venerdì 7 aprile 2017

TORINO - «Mi dimetto». Queste le ultime parole di Giuliano Giannichedda ai dirigenti della Racing Roma. Poi, l'ex centrocampista di Lazio e Juventus, è sparito nel nulla. Non è un caso per "Chi l'ha visto" ma per i burocrati della Federazione. L'ex tecnico, infatti, si è dimenticato di formalizzare la sua decisione. Costringendo la Racing Roma a esonerarlo: «La SS Racing Roma, a seguito di un precedente comunicato, rettifica e rende noto che il signor Giuliano Giannichedda è stato esonerato ,in quanto le sue dimissioni, rassegnate solo verbalmente e concertate consensualmente tra le parti al fine di tutelare "esclusivamente" l'immagine dello stesso, non sono state formalmente ratificate dall'allenatore, resosi irreperibile per la formalizzazione di cui sopra. La società, ha pertanto in seguito, "perche' costretta dalle norme", regolarmente inviato un telegramma di esonero». Il messaggio sulla pagina Facebook del club capitolino si conclude così: «Ciò detto, al fine di chiarire le posizioni, il club con l'occasione esprime la propria piu' profonda amarezza per questo spiacevole epilogo. Inoltre, proprio in virtù della fiducia e il sostegno umano e professionale corrisposti nel corso dell'intera stagione, malgrado le 21 sconfitte, il Presidente Antonio Pezone esprime personalmente e nella veste di massima carica societaria, il suo pubblico e personale rincrescimento».

Tutte le notizie di Calcio

Approfondimenti

Commenti