Tuttosport.com

Scopri l'edizione digitale su Tablet e Smartphone

L'addio di Pirlo: «Lascio il calcio». La Juventus: «Grazie maestro»

Dopo la semifinale di ritorno contro il Columbus Crew l'ex regista bianconero e dell'Italia, ora al New York City, ha comunicato la sua decisione attraverso i socialtwitta

lunedì 6 novembre 2017

1 di 4

ROMA - Un "cinguettìo" per dire addio al calcio. Così Andrea Pirlo ha deciso, via Twitter, di comunicare la fine della sua carriera professionistica e appendere gli scarpini al chiodo dopo aver giocato i cinque minuti di recupero nella semifinale di ritorno della Eastern conference fra il "suo" New York City e il Columbus Crew, di Federico Higuain, fratello del 'Pipita' juventino, che va in finale proprio mentre la proprietà sta cercando di trasferire la franchigia ad Austin, in Texas. «Il mio ultimo match in MLS. E, visto che il mio tempo nel NYFC è finito - ha scritto Pirlo, campione del mondo con l'Italia di Lippi nel 2006 - vorrei dire qualche parola. Vorrei ringraziare ognuno di voi per l'appoggio che mi avete dato e la gentilezza con cui mi avete trattato in questa incredibile città. Grazie a tutti, allo staff tecnico, ai compagni e a tutti coloro che lavorano dietro le quinte. Non finisce solo la mia avventura a NY, ma anche il mio viaggio nel mondo del calcio come giocatore, quindi vorrei avere l'opportunità di dire grazie alla mia famiglia e ai miei bambini per il sostegno e l'amore che mi hanno sempre dato e tutte le squadre e i compagni con cui ho avuto l'onore di giocare. Grazie a tutti coloro che hanno reso così incredibile la mia carriera e a ogni tifoso che, nel mondo, mi ha dato il proprio supporto. Sarete sempre dalla mia parte, e nel mio cuore».

LE REAZIONI DEL MONDO DEL CALCIO

 

Tags: JuventusNew York CityItalia

1 di 4
Tutte le notizie di Calcio

Approfondimenti

Commenti