Tuttosport.com

Scopri l'edizione digitale su Tablet e Smartphone

Renault Zoe: ancora più potente
0

Renault Zoe: ancora più potente

In arrivo un motore da 110 cv. Novità anche per quanto riguarda la batteria, che consente una ricarica completa in 2 ore e 40 minuti

lunedì 23 luglio 2018

C’è chi parla e chi agisce. Anzi, continua ad agire, ad investire sul futuro che comunque prima o poi arriverà. E averlo... “visto” prima di tutti, che vantaggio dovrà pure generarlo. Quando Carlos Ghosn nel 2011 mise sul tavolo oltre 4 miliardi di dollari per finanziare la sua visione dell’auto elettrica per tutto il Gruppo Renault-Nissan, recentemente allargato anche a Mitsubishi, pochi lo presero sul serio. Il problema è che buona parte di quel numeroso popolo di scettici che lo derise ha appena varato un piano di investimenti complessivi per 90 miliardi di dollari per finanziare la rivoluzione dell’auto elettrica in rampa di lancio tra il 2020 e il 2025. In quella somma però, non poteva mancare  -e infatti non manca - il rilancio del gruppo francese che ha stanziato altri 18 miliardi per i prossimi sei anni tra veicoli elettrici e a guida autonoma. Un piano che prevede il lancio di 15 nuovi veicoli, di cui cui 8 modelli elettrici e ben 12 elettrificati.

SEMPRE PIU’ ELETTRICA - Uno di quei miliardi sarà dedicato esclusivamente a Renault per potenziare la produzione di veicoli ad alimentazione elettrica, nell’ambito del piano battezzato “Drive the Future”. A Douai, verrà introdotta una nuova piattaforma elettrica (chiamata “Alleanza”) per creare un secondo sito di produzione; a Flins verrà lanciato un secondo modello elettrico per affiancare la Renault Zoe e raddoppiare la capacità di produzione attuale. A Cleon, l’obiettivo Renault è triplicare il regime di produzione sviluppando un nuovo motore elettrico da lanciare entro il 2021. Infine, a Maubeuge, l’investimento riguarderà è chi parla e chi agisce. Anzi, continua ad agire, ad investire sul futuro che comunque prima o poi arriverà. E averlo... “visto” prima di tutti, qualla futura serie della Renault Kangoo, incluso il veicolo commerciale Kangoo Z.E. Aspettando il futuro prossimo, meglio godersi la Renault Zoe MY2018, già vista a Ginevra, che con i suoi 300 km di autonomia reale si contende il primato dell’elettrica più venduta in Europa con la cugina di Casa Nissan, la Leaf già.... primatista in Italia e nel mondo e che in questo semestre pare abbia realizzato il sorpasso continentale. Una macchina riuscita, la Zoe, capace nonostante tutti i limiti dei veicoli ad emissioni zero (costo, autonomia, tempi di ricarica, carenza di infrastrutture), di conquistare dal 2013, qualcosa come 100.000 clienti in 40 Paesi.

110 CV - Quindi il cuore dell’aggiornamento della Zoe MY 2018, se comincia dalla nuova tinta viola Mirtillo, in realtà si esprime aggiungendo una freccia al suo arco di offerta di motorizzazioni. Così, dopo l’88 e il 92 cv, ecco spuntare un propulsore da 110 cv, ovviamente sempre ad emissioni zero grazie all’alimentazione di una batteria agli ioni di litio (LG Chem) da 41 kWh, cioè una capacità dell’86% più grande, rispetto a quella originaria da 22 kWh, nonostante le dimensioni siano identiche e il peso supplementare di soli 28,5 kg (totale 305 kg). Morale? La nuova Zoe arriva da a 0-100 km/h in 11”4, confermando l’autonomia dichiarata di 300 km (ciclo WLTP) e soprattutto ricarica (con il Caméléon in dotazione, a 22 kW in corrente alternata), le sue batterie con motore da 110 cv in 2 ore e 40 minuti. Qualcosa di finalmente “umano”. Dal punto di vista della connettività, il sistema R-Link permette di collegare il proprio smartphone Android (Apple ancora no) mentre i prezzi della Renault Zoe MY2018 col motore da 110 cv viene offerta solo nell’allestimento Intens, quello più ricco e costa 27.700€ con batterie noleggiate a parte. Se invece le volete acquistare dovete aggiungere altri 8.000 euro. Perché la visione del futuro ha ancora deve lavorare per abbassare i costi del presente.

Renault zoe

Commenti

La Prima Pagina

Potrebbero interessarti