Tuttosport.com

Scopri l'edizione digitale su Tablet e Smartphone

Verratti sconfessa l'agente: «Chiedo scusa al Psg»
© EPA

Verratti sconfessa l'agente: «Chiedo scusa al Psg»

Il centrocampista italiano fa chiarezza in un video: «Le sue parole non corrispondono al mio pensiero»

twitta

venerdì 7 luglio 2017

TORINO Marco Verratti chiede scusa per le parole dell’agente, Donato Di Campli, secondo il quale il centrocampista italiano a Parigi «è come in prigione». In un video pubblicato sul profilo Twitter del club ha tenuto a precisare che le dichiarazioni del procuratore «non corrispondono né al mio pensiero né alle mie parole. Voglio scusarmi con la società, i tifosi e tutte le persone che lavorano qui. Abbiamo ripreso ad allenarci e sono molto contento di aver ritrovato i miei compagni e l'allenatore. Io so che il club ha una grande fiducia in me e ci tengo veramente a scusarmi. Sapete, io non parlo molto, percheé ho molto rispetto per il club. Se dopo cinque anni sono diventato un grande giocatore, lo devo al Paris. È per questo che mi scuso – ha continuato l’ex Pescara -, ciò che ha detto il mio procuratore non è ciò che penso della mia situazione. Spero che non accadano più cose del genere e che saremo più tranquilli. Io sono qui, do il 100% e farò sempre tutto per questo club».

Tutto sul calciomercato

Tags: Calciomercatopsg

Tutte le notizie di Ligue 1

Approfondimenti

Commenti