Calcio

Inter, Thohir: «Acquisti eccezionali». Suning cambia la strategia
© REUTERS

Inter, Thohir: «Acquisti eccezionali». Suning cambia la strategia

Il presidente nerazzurro: «Costruito la spina dorsale della squadra». E ai proprietari cinesi il fair play finanziario non fa più pauratwitta

venerdì 2 settembre 2016

TORINO - Erick Thohir definisce «eccezionali» i cinque acquisti fatti nella sessione estiva. Il calciomercato dell'Inter si è chiuso come sperava. «Come previsto non abbiamo voluto comprare troppi giocatori, ma i cinque che abbiamo preso sono eccezionali - commenta con orgoglio il presidente nerazzurro -. Con Ansaldi speriamo di aver trovato un titolare in difesa; Banega e Joao Mario, così come Gabigol e Candreva, potranno essere la spina dorsale della squadra». Thohir, a margine dell'assemblea di Pt Intermedia Capital tenutasi a Giacarta, fa poi i complimenti a diverse società per la ritrovata competitività del campionato italiano: «Penso che il mercato di Premier League e Serie A sia stato molto attraente rispetto a quelli di Germania o Spagna. Napoli, Juventus e Inter sono state molto attive».

NUOVA STRATEGIA - Cambio di strategia della nuova Inter targata Suning: il fair play finanziario non fa più paura. Vendere per acquistare era il mantra del direttore sportivo Piero Ausilio, ma le cose sono cambiate. Davvero in pochi (Juan Jesus, Laxalt e Dodò) lasciano la casa madre. Caner Erkin viene non troppo gentilmente accompagnato alla porta dopo soli tre mesi di permanenza a Milano. Mancini era fortemente frenato nelle richieste per disegnare l'Inter dei suoi sogni ma con Frank De Boer c'è stata un'accelerazione improvvisa con l'acquisto di due giovani ma già famosi calciatori, Joao Mario e Gabriel Barbosa detto Gabigol. I nuovi proprietari, i cinesi del Suning, fanno sul serio e vogliono puntare dritti alla Champions. Soltanto Candreva, Gabigol e Joao Mario sono costati circa 90 milioni contro i 10 scarsi incassati dalle uscite. Il mercato nerazzurro si è chiuso però senza ulteriori uscite: Jovetic, in predicato di tornare alla viola, è rimasto, Brozovic, uno dei pezzi pregiati che sembrava si dovesse sacrificare, alla fine continua con la maglia nerazzurra ed è pronto per il rinnovo, Santon è stato rispedito al mittente per non aver superato le visite mediche. Zhang pensa di poter risolvere la questione del fair play piuttosto agevolmente: intanto, intervenendo sul mercato di gennaio per piazzare gli esuberi, poi mettendo mano al proprio portafogli attraverso forme di sponsorizzazione diretta che però non potranno superare il 30 per cento dei ricavi complessivi.

L'AGENTE DI BROZOVIC: «RESTA ALL'INTER E RINNOVA»

TAGLI DI LISTA - In ogni caso, i conti si faranno alla fine, al 30 giugno 2017 quando la Champions potrebbe essere un obiettivo centrato. E, tuttavia, un prezzo va pagato subito in virtù del "settlement agreement" stretto fra Thohir e l'Uefa. Tagli sofferti alla lista dei giocatori per i gironi eliminatori dell'Europa League: dentro Ansaldi, Banega e Candreva, fuori Joao Mario, Gabigol e Kondogbia.

Tags: Calciomercato InterThohirNotizie Intergabigoljoao mario

Tutte le notizie di Calciomercato

Approfondimenti

Commenti