Tuttosport.com

Scopri l'edizione digitale su Tablet e Smartphone

«Bentancur come Pogba». E la Juventus scopre un vero duro

L'uruguaiano protagonista al Sub20. La firma al termine della manifestazione in corso di svolgimento in Ecuadortwitta

mercoledì 1 febbraio 2017

 Elvira Erbì

TORINO - Guillermo Barros-Schelotto, allenatore del Boca Juniors, ha parlato di Rodrigo Bentancur, prossimo giocatore della Juventus, in una lunga intervista del collega Filippo Cornacchia su Tuttosport in edicola: «E’ un giocatore fondamentale. Abbiamo bisogno di lui per vincere il campionato. E’ migliorato molto, ora è titolare, ma sono convinto che crescerà ancora perché vorrà dimostrare ai tifosi di essere un giocatore top. Quando andrà a Torino, a luglio, sarà un giovane con molta esperienza. Giocherà nella Juventus come un calciatore di 30 anni e non di 20. Non è da tutti giocare alla Bombonera a 18-19 anni. Se ti imponi nel nostro stadio, con tutta la pressione che c’è, è difficile sbagliare altrove. Assomiglia a Pogba, soprattutto nel fisico. Rodrigo è un giocatore box to box, molto dinamico. Assomiglia molto anche a N’Zonzi del Siviglia. Da noi gioca in coppia con Gago, nei due centrocampisti davanti alla difesa nel 4-2-3-1. E’ il modulo migliore per Bentancur, il suo pregio è l’abilità tecnica con cui passa la palla. Riesce a trovare i compagni a 30-40 metri di distanza con estrema facilità».

GRINTOSO - E con la maglia dell’Uruguay, al Sub 20, Rodrigo si sta dimostrando un vero leader, un duro che non molla mai. In quello che per lui era come un derby, ha rischiato di rimetterci la gamba per un fallo killer di Belmonte. Poi si è ripreso da vero combattente. Ha vinto con i suoi 3-0 e ha tenuto il campo per 80 minuti. Terminata la manifestazione in Ecuador, Bentancur verrà a Torino per le visite e la firma del contratto. Da luglio sarà aggregato alla squadra di Max Allegri.

I SOLDI -  Secondo i documenti svelati in Argentina, per il centrocampista al Boca Juniors andranno  9,5 milioni più 2 di bonus nel caso in cui il giocatore dovesse restare a Torino per almeno tre anni. Poi ci sono altri bonus: 500mila euro dopo dieci partite, stessa cifra dovrà essere versata per la qualificazione in Champions e dopo dieci gol. Inoltre, il club argentino ha diritto al 50% sull'incasso di una eventuale futura vendita. Queste condizioni sono legate ad una opzione che la Juve potrà esercitare dal primo gennaio al 24 aprile. E che verrà formalizzata al termine del Sub 20.

Tags: TuttosportBentancurBarros SchelottobocaJuventus

Tutte le notizie di Calciomercato

Approfondimenti

Commenti