Tuttosport.com

Scopri l'edizione digitale su Tablet e Smartphone

Il Partizani crede in Moggi: «Stiamo creando una piccola Juventus»
© www.imagephotoagency.it

Il Partizani crede in Moggi: «Stiamo creando una piccola Juventus»

L'ex dirigente bianconero, ora consulente del club albanese, ha spinto per affidare la panchina a Iuliano

twitta

martedì 8 agosto 2017

TORINO – Un modello a cui ispirarsi, in Italia ma anche nel mondo. Questo è la Juventus e anche per questo in Albania il Partizani si è affidato alla consulenza di Luciano Moggi che - nonostante la radiazione dal calcio italiano - fuori dal Paese viene ancora visto da molti come uno dei ‘guru’ del nostro pallone. Ecco perché il presidente Gazmend Demi ha deciso di assumerlo come consulente e di seguire alla lettera proprio i suoi consigli. Non è un caso infatti che la panchina sia stata affidata all’ex bianconero Mark Iuliano e che in sede di calciomercato siano arrivati il 34enne italiano Giovanni La Camera e Edgar Çani, 28enne centravanti albanese arrivato su un barcone in Italia tanti anni fa e ora tornato da protagonista in Patria, dove gli hanno riservato un’accoglienza da top player. I calciatori non sono però l’unico ingrediente su cui puntare per riportare agli antichi splendori il Partizani, vincitore di 15 scudetti ma a secco di trofei dal 1993. «Io non sono un dirigente con poteri decisionali ma un consulente del presidente Demi – ha spiegato lo stesso Moggi in un’intervista televisiva ripresa dall’edizione online del ‘Tirana Times’ -. E come tale ho consigliato al presidente di creare una ‘piccola Juventus’, il che significa fare quello che ho realizzato con quel club ma anche con il Torino o il Napoli: la creazione di un settore giovanile importante perché una società non può contare solo sugli acquisti, ma anche sulle vendite».

Tags: CalciomercatoPartizaniAlbania

Tutte le notizie di Calciomercato

Approfondimenti

Commenti