Calcio

Torino, quando il Milan voleva N’Koulou
© Claudio Zamagni

Torino, quando il Milan voleva N’Koulou

Era il 2016. Ma adesso lui vuole l’Europa con il Toro: ed è felicetwitta

sabato 25 novembre 2017

di Camillo Forte

TORINO - Burdisso o Lyanco? Di sicuro N’Koulou. Il camerunense, infatti, è diventato intoccabile, punto di riferimento e forza dei granata. In questa prima fase del campionato, nonostante la squadra abbia incassato qualche gol di troppo, è stato uno dei migliori e Mihajlovic non lo ha mai messo in discussione. Di sicuro a fine stagione il Toro eserciterà il suo diritto di riscatto, non se lo farà scappare. E così domani il difensore si toglierà lo sfizio di affrontare la squadra, il Milan appunto, che nel maggio del 2016, quando militava nel Marsiglia, ha contattato il suo entourage per acquistarlo. Galliani ha provato, in quasi tutti i modi, di portarlo in rossonero. In quel periodo le squadre interessate a lui erano tante e tutte di prestigio: Schalke (Bundesliga), Valencia (Liga) più gli interessamenti di Juventus e Napoli. Il difensore, che spesso giocava a centrocampo, era uno dei grandi protagonisti della Ligue 1. Elegante, tecnico ma nello stesso tempo determinato. Insomma, il classico giocatore che avrebbe fatto comodo a tutti. Poi l’annata difficile al Lione e in seguito il passaggio al Toro grazie all’abile intuizione del ds Petrachi che l’ha preso nel momento in cui il giocatore era caduto in disgrazia. Bel colpo, gran colpo, non c’è che dire. Se Niang e Berenguer, magari pure Milinkovic-Savic, sono stati acquisti tutt’altro che positivi quello del camerunense è stato un colpo ben assestato.

Leggi l'articolo completo su Tuttosport

Tutte le notizie di Calciomercato

Approfondimenti

Commenti