Calcio

Torino, per Laxalt la chiave è Acquah
© Marco Canoniero

Torino, per Laxalt la chiave è Acquah

Toro e Genoa “trattano” le valutazioni dell’esterno urguaiano e del centrocampista ghanesetwitta

giovedì 11 gennaio 2018

di Alessandro Baretti

TORINO - I granata preparano l’assalto all’esterno da consegnare a Mazzarri per aumentare il livello qualitativo del Torino alla voce uomini di fascia. Piace sempre Manuel Lazzari della Spal, ma con i ferraresi ora come ora non è semplice trovare una intesa sulla valutazione del cartellino. «Lazzari è incedibile», ha sentenziato ieri il ds biancazzurro Vagnati. Tradotto dal “mercatese” vuol dire che la società neopromossa potrà anche concedere il via libera a Lazzarri, ma senza scontare un euro dalla richiesta di 8 milioni cucita sul giocatore. Cifra alla quale, a maggior ragione senza contropartite tecniche da inserire nell’affare, Cairo non arriverà. Uno stallo nella trattativa che si porta dietro la scelta di predisporre l’offerta giusta per mettere le mani su Laxalt. Non che il Genoa abbia intenzione di concedere l’uruguaiano per “due lire”, anzi. Il club rossoblù chiede 10 milioni, ma essendo alla ricerca di una mezzala muscolare tiene in alta considerazione la possibilità di procedere a uno scambio con Acquah. Il confronto si svilupperà sul “peso” dei cartellini: il Genoa pensa che valga qualcosa in più il sudamericano, mentre per i granata è semmai il ghanese, che costa qualche euro in più di Laxalt.

NON SOLO BESSA -  Il Torino affinerà la maggior parte delle strategie dopo che il nuovo tecnico granata avrà avuto la possibilità di giudicare la rosa attraverso qualche seduta di allenamento, ma come già si può entrare nelle pieghe del colpo per la corsia, così è già lampante l’opportunità, anche legata alla possibile partenza di Acquah (al posto di Gustafson che va a Brescia rientra Lukic), di prendere una mezzala. [...]

Leggi l'articolo completo per l'edizione digitale di Tuttosport

Tutte le notizie di Calciomercato

Approfondimenti

Commenti