Tuttosport.com

Scopri l'edizione digitale su Tablet e Smartphone

0

Allegri-Marotta, vertice a Vinovo: ora si fa sul serio

Il tecnico accetta l’eventuale addio a Higuain solo se sostituito con due grandi colpi. Un centrocampista di qualità è prioritario

di Sandro Bocchio domenica 27 maggio 2018

TORINO – Una partita della Juventus Primavera, l’occasione per fare il punto sulla Juventus dei grandi. Ieri i giovani bianconeri di Alessandro Dal Canto affrontavano la Roma nell’andata dei playoff per accedere alla semifinale. Match interessante, finito 1-1. Ma ancora più interessante era quello che accadeva fuori del campo perché, a Vinovo, uno scatto galeotto ha immortalato assieme Massimiliano Allegri, Beppe Marotta e Fabio Paratici, ovvero il tecnico e il tandem operativo sul mercato. Logico ipotizzare che i tre si siano dati appuntamento per mettere a fuoco le strategie, dopo che lunedì era stata certificata la prosecuzione del rapporto con Allegri, ad azzerare eventuali fughe all’estero o anni sabbatici dopo la quarta doppietta scudetto-Coppa Italia consecutiva. Finora la Juventus si è mossa con cautela. Mattia Caldara e Leonardo Spinazzola erano ingressi annunciati da tempo. Dopo la finale di Champions League sarà invece la volta di Emre Can, che dovrebbe effettuare domani le visite mediche. Mattia Perin, poi, è un obiettivo concreto tra i pali perché, sostiene Marotta, «per essere competitivi su due manifestazioni occorrono due portieri all’altezza», con il genoano ad affiancare Wojciech Szczesny. E sulla fascia Matteo Darmian è stato bloccato per completare il reparto. L’incontro di ieri è servito a mettere i punti fermi sui movimenti ancora da effettuare. Movimenti che dipendono da... Maurizio Sarri.

Juventus

La Prima Pagina

Potrebbero interessarti