Tuttosport.com

Scopri l'edizione digitale su Tablet e Smartphone

Calciomercato Empoli, ecco Pecini: «Abbiamo grandi margini di crescita»
© Getty Images
0

Calciomercato Empoli, ecco Pecini: «Abbiamo grandi margini di crescita»

Le sue prime parole: «In questo club ho visto del potenziale importante. Alla Sampdoria il mio ciclo era finito»

mercoledì 11 luglio 2018

EMPOLI - Riccardo Pecini, nuovo direttore generale dell'Empoli, si è presentato ai microfoni azzurri: "Innanzitutto ci tengo a ringraziare il presidente e tutta la società, perché hanno dimostrato di volermi fortemente e mi hanno convinto della possibilità di entrare in un contesto che ritengo abbia un grande potenziale e che ci siano i margini per far crescere la società sia dal punto di vista tecnico che strutturale, diventando a tutti gli effetti un club di serie A". Prosegue Pecini: "Penso che nel calcio di oggi la conoscenza personale, la mentalità la storia e il contesto possono fare la differenza, oltre inevitabilmente alle qualità tecniche. Possiamo sbagliare sul piano tecnico, ma non dobbiamo sbagliare quello umano. Quando prendiamo un nuovo ragazzo sono fondamentali le motivazioni che lo spingono a venire qui, indipendentemente da dove proviene. Se penso alla trattativa con La Gumina, a lui ho detto "vieni che ci divertiamo" e questo deve essere lo spirito con cui i nuovi devono arrivare qui"

IL SUO PASSATO - Pecini ripercorre le tappe della sua carriera: "Io sono una persona molto particolare, nei club dove sono stato ho sempre ricoperto ruoli disegnati quasi su misura. A me piace lavorare, con lo scopo di crescere e far crescere il club. Sono andato al Monaco quando era in B dopo il Milan; sono andato alla Sampdoria in un momento particolare e penso che ero arrivato alla fine del mio percorso in blucerchiato. Arrivo ad Empoli sapendo di rimettermi in gioco ma consapevole del potenziale che c'è e convinto dalle persone, perché quelle fanno la differenza. La Serie A di oggi è molto più impegnativa rispetto al passato ed è fondamentale lavorare coordinati: con Andrea Butti già ci conoscevamo, con Pietro Accardi siamo già in sintonia e insieme possiamo lavorare al meglio".

LO SCOUTING - "Pare una cosa semplice, ma in realtà ha molte sfaccettature. C´è chi vede solo video, chi solo dal vivo, chi segue solo le statistiche come gli inglesi e ognuno ha il suo metodo. Io personalmente preferisco vedere sempre i giocatori dal vivo perché, almeno per quanto mi riguarda, solo così riesco a percepire certe cose. Proprio per questo abbiamo implementato l'area scouting, perché vogliamo coprire tutti i campionati dal vivo quei campionato dove reputiamo ci siano talenti e lì ci vogliono persone con esperienza" afferma il dirigente.

SU LA GUMINA - "La cifra del suo acquisto va contestualizzata: è vero che è la più alta che ha speso l'Empoli nella sua storia, ma le cose sono cambiate moltissimo negli ultimi anni e nel recente passato quasi tutte le squadre di fascia media hanno stabilito il record di spesa. L'Empoli poteva fare questo tipo di investimento e penso che ad oggi sia stato possibile anche perché le squadre italiane stanno aumentando i loro ricavi" conclude Pecini.

TUTTO SUL CALCIOMERCATO

Empoli pecini Sampdoria la gumina monaco Milan

Commenti

La Prima Pagina

Potrebbero interessarti