Tuttosport.com

Scopri l'edizione digitale su Tablet e Smartphone

Juventus, il CR7-Day: rivivi tutta la giornata
© www.imagephotoagency.it
0

Juventus, il CR7-Day: rivivi tutta la giornata

Visite mediche, firma sul contratto che legherà Ronaldo ai bianconeri per le prossime quattro stagioni e poi la presentazione all'Allianz Stadium. Ripercorri la giornata del fuoriclasse portoghese su www.tuttosport.com

lunedì 16 luglio 2018

TORINO - È stato il grande giorno, il giorno che tutti i tifosi bianconeri aspettavano. Cristiano Ronaldo - da domenica pomeriggio a Torino assieme alla compagna Georgina, al figlio e alla mamma - ha mosso i primi passi ufficiali da nuovo giocatore della Juventus. Nella mattinata di lunedì, dopo una breve visita nella nuova sede della Continassa, è arrivato al J-Medical - dove l'hanno accolto centinaia di tifosi in delirio - per svolgere le visite mediche. Nel pomeriggio ha parlato in conferenza stampa nella sala d'onore dell'Allianz dedicata a Gianni e Umberto Agnelli: «Voglio fare la storia».

JUVENTUS, CR7-DAY: TUTTE LE FOTO

Jorge Mendes: «È andato a Manchester ed è stato il migliore nella storia del Manchester United, è andato a Madrid ed è diventato il migliore nella storia del Real, la stessa cosa succederà alla Juve - ha detto a Sky Sport l'agente di Cristiano Ronaldo -. Con lui la Juventus può finalmente vincere la Champions perché è il migliore della storia».

CR7 - «L'età non conta perché io mi sento bene, motivato ed elettrizzato. Non vedo l'ora di iniziare il campionato al meglio e di vincere il più possibile».

CR7 - «Non ho rivalità contro i giocatori, non è nella mia etica. Chiaramente cercheremo di battere tutte le squadre, di vincere tutte le partite, questa è la nostra grande sfida. Messi? Ognuno difende i suoi colori».

CR7 - «Voglio sempre essere un esempio. Dentro e fuori dal campo. Voglio aiutare i giovani, sarà un momento molto bello della mia carriera. Spero di dare tante gioie ai tifosi. Sarò concentrato, io aiuterò la squadra e la squadra aiuterà me. Ancelotti? Non ho parlato con lui, ma è sempre una persona che porterò nel mio cuore. Sarà bello incontrarlo».

CR7 - «Il Pallone d'Oro non è qualcosa che mi toglie il sonno. Perché non vincerlo anche qui? Vedremo. La Juventus mi ha dato un'eccellente opportunità, ha valorizzato la mia persona. È una squadra in grado di trionfare: un passo avanti per la mia carriera».

CR7 - «Voglio debuttare già alla prima di campionato». Paratici: «Passo importante per alzare l'asticella. I giocatori sono felici del suo arrivo».

CR7 - «Quella della Juventus è stata l'unica offerta ricevuta».

CR7 - «Nella notte della finale di Champions non avevo ancora deciso dove giocare. Ringrazio il presidente e il club per aver pensato a me. Sto bene dal punto di vista fisico e dal punto di vista emozionale. La forma del trasferimento mi rende orgoglioso, arrivare qui è una motivazione grande. Sono differente da tutti gli altri perché i giocatori della mia età pensano a chiudere la carriera altrove».

CR7 - «Ringrazio i tifosi per la standing ovation dell'Allianz. Ringrazio tutti per il caloroso affetto ricevuto nel momento in cui sono arrivato a Torino. Voglio lasciare un segno nella storia di questo club».

CR7 - «Lotteremo per tutti i trofei. Serie A, Coppa e Champions. Quest'ultima è molto difficile da vincere e io spero di aiutare la squadra. La Juventus ci è andata molto vicina negli ultimi anni, le finali sono sempre un'incognita. Bisogna lascare andare le cose in maniera naturale».

CR7 - «Con il Real c'è stata una storia brillante, ringrazio i tifosi. Ora c'è una nuova tappa e non vedo l'ora di giocare. Portogallo? No, non lascerò la Nazionale. Sono ambizioso, mi piacciono le sfide».

CR7 - «Arrivare in un club così grande mi rende felice. Ringrazio la Juventus per l'opportunità che mi ha dato».

CR7 - «Sono una persona a cui piace pensare al presente, mi godo il calcio. Sono ancora molto giovane, le sfide mi sono sempre piaciute. Dallo Sporting al Manchester e adesso alla Juventus. Ho avuto una carriera da sogno. Le cose andranno bene così come avvenuto negli altri club. Sono tranquillo e molto fiducioso».

Ore 18.34 - Ronaldo: «La Juventus è una delle migliori squadre al mondo, è stata una decisione che ho preso da tempo. È stato un passo importante per la mia carriera. Ha un grande allenatore e un grande presidente».

Ore 18.33 - Al via la conferenza stampa di Cristiano Ronaldo.

Ore 18.30 - Cresce l'attesa. Circa 200 fra giornalisti, cameraman e fotografi hanno già riempito la sala Gianni e Umberto Agnelli per un evento mediatico seguito in tutto il mondo. Tantissimi i giornalisti provenienti da Spagna e Portogallo, ma ci sono anche media dalla Gran Bretagna, dalla Germania, dalla Serbia, dal Medio Oriente, dal Sud America e dall'estremo Oriente.

Commenti

Potrebbero interessarti

La Prima Pagina